Autoliquidazione Inail 2017

40,00

Il servizio è adatto per tutte le posizioni fiscali.
Il prezzo del servizio è di 40,00 € + Iva.

Descrizione

[Voti: 0 Media voto: 0]

Autoliquidazione Inail 2017

E’ il servizio adatto ad ogni contribuente iscritto alla gestione INAIL.
Il servizio effettua i calcoli relativi alla autoliquidazione INAIL e provvede alla relativa comunicazione all’ente
Sono tenuti al versamento del premio tutti gli artigiani e genericamente tutti gli imprenditori che svolgono attività definite “a rischio infortuni”.

Entro quando deve essere presentata?

La comunicazione deve essere inviata entro il 16 Febbraio di ogni anno.
Entro questo termine dovrà anche essere versato il premio annuale.

Cosa prevede il nostro servizio

Il servizio di Autoliquidazione Inail prevede:

✔ Comunicazione telematica all’INAIL;
✔ Calcolo F24 per il pagamento del premio annuale;
✔ Eventuale calcolo rateizzazione del premio annuale.

I nostri consulenti ti aiuteranno nelle comunicazioni con gli organi competenti e con il versamento del F24.
E’ acquistabile qualunque sia il regime fiscale della tua attività.
Il prezzo del servizio è di 40,00 € + Iva

Se hai bisogno di informazioni contattaci con il metodo che preferisci:

Telefona al 0573 1935899
Chiama o invia un messaggio Whatsapp al 392 0479443 e sarai richiamato da un nostro consulente
Parla con un operatore in chat
Inviaci una email

Autoliquidazione Inail 2017 aspetti generali

Gli aspetti burocratico-amministrativi riguardanti l’Inail coinvolgono sempre il datore di lavoro e mai i lavoratori.
Il datore di lavoro è il soggetto che è tenuto all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali e mai tale incombenza ricade sui dipendenti.
All’assicurazione è tenuto anche l’artigiano senza dipendenti.
Il metodo di pagamento dell’assicurazione è l’autoliquidazione ossia il datore di lavoro e l’artigiano determinano e versano direttamente il premio infortuni e malattie professionali, il premio silicosi ed asbestosi nonché il premio speciale artigiani.

Sono esclusi dall’autoliquidazione, invece, gli altri “premi speciali unitari” (alunni/studenti, rx e sostanze radioattive, frantoi, pescatori, facchini, ippotrasportatori e vetturini).
Con il procedimento di autoliquidazione, inoltre, vengono riscossi dall’Inail anche i contributi associativi per conto delle associazioni di categoria convenzionate.

Entro il 16 febbraio di ogni anno, mediante Alpi (Autoliquidazione premi Inail) online, il datore deve:

– calcolare il premio anticipato per l’anno in corso (rata), sulla base delle retribuzioni effettive dell’anno precedente (rata) e il conguaglio per l’anno precedente (regolazione);
– conteggiare il premio di autoliquidazione dato dalla somma algebrica della rata e della regolazione, al netto di eventuali riduzioni contributive;
– pagare il premio di autoliquidazione utiizzando il “Modello di pagamento unificato – F24” o il “Modello di pagamento F24 EP (Enti Pubblici)” in caso di Enti ed Organismi pubblici indicati nelle tabelle A e B allegate alla legge 720/1984.

Entro il 28 febbraio il datore di lavoro e l’artigiano devono presentare la dichiarazione delle retribuzioni telematica, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate (leggi 449/1997 e 144/1999), nonché della domanda di riduzione del premio artigiani (legge 296/2006) in presenza dei requisiti previsti.

Il pagamento del premio in autoliquidazione può essere effettuato in quattro rate trimestrali, previa comunicazione all’Inail. La comunicazione deve essere effettuata esclusivamente con modalità telematica utilizzando il servizio Alpi online oppure Invio telematico dichiarazione salari.

Vediamo le scadenze

Il pagamento della prima rata scade il 16 febbraio di ogni anno, con versamento del 25% dell’importo totale dovuto. Le rate successive alla prima, ognuna pari al 25% del premio annuale, devono essere versate per il 2016 entro il 16 maggio, 22 agosto e 16 novembre 2016, maggiorate degli interessi calcolati applicando il tasso medio di interesse di titoli di Stato per l’anno 2015 (“Tasso medio di interesse dei titoli di Stato”).

L’istituto cerca di agevolazione i calcoli di autoliquidazione inviando:
– la comunicazione del tasso di premio che verrà applicato per l’anno successivo su ogni posizione assicurativa territoriale e i criteri applicati per determinarlo (Modello 20SM “Classificazione e tassazione rischio assicurato”);
– la documentazione relativa alla dichiarazione delle retribuzioni (Modello 1031 “Modulo per la dichiarazione delle retribuzioni” e relative informazioni)
– le basi di calcolo con i dati per il conteggio dei premi e degli eventuali contributi associativi per la regolazione del premio e per la rata anticipata (Modulo per la comunicazione delle Basi di calcolo premi e dei contributi associativi).
L’importo della regolazione del premio è calcolato sulla base delle retribuzioni denunciate per l’anno precedente e sulla base delle stesse retribuzioni e degli altri elementi comunicati dall’Inail, detraendo eventuali riduzioni contributive.

Nella guida all’autoliquidazione sono consultabili le istruzioni necessarie per il:
calcolo del premio infortuni e malattie professionali
calcolo del premio silicosi e asbestosi
dettaglio del calcolo del premio speciale artigiani
premio speciale artigiani – casi particolari
calcolo degli sconti contributivi – regolazione
calcolo degli sconti contributivi – rata
riepilogo delle somme da pagare
criteri di arrotondamento
guida al calcolo dei contributi associativi
calcolo dei contributi associativi.

Compensazione

Il saldo finale di autoliquidazione, se a credito, può essere utilizzato per compensare eventuali altri debiti per premi e accessori Inail, purché non iscritti a ruolo esattoriale. La compensazione può riguardare anche quanto dovuto ad altre amministrazioni o i contributi dovuti alle associazioni di categoria titolari di apposita convenzione con l’Istituto.

Non è, invece, possibile utilizzare un credito relativo a contributi associativi per pagare un premio Inail, né effettuare compensazioni tra contributi associativi.

 

Autoliquidazione Inail 2017 ultima modifica: 2016-12-16T19:12:26+00:00 da Antonio Admin

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Autoliquidazione Inail 2017”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *