Regime forfettario e socio accomandante - regimeminimi.com

Regime forfettario e socio accomandante

[Voti: 6 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Regime dei minimi > Regime forfettario e socio accomandanteRegime forfettario e socio accomandante

Sei socio accomandante di una attività o vuoi diventarlo? Ti interessa aprire anche una partita Iva in forfettario e non ha le idee chiare?
L’argomento di oggi riguarda il regime forfettario e socio accomandante e ci permette di prendere in esame alcune situazioni possibili.
Hai sicuramente sentito parlare del regime forfettario e della sua convenienza ma anche delle possibili cause di esclusione.

Quando applicabile, permette al possessore della partita Iva di risparmiare sulle imposte e di godere di numerose semplificazioni.
Sul nostro blog, trovi molti articoli sul regime forfettario, più avanti te ne segnaliamo alcuni che possono esserti utili.
Mettiti comodo ed in pochi minuti vediamo tutto quello che c’è da sapere su questo argomento, buona lettura.

RISPARMIA CON I NOSTRI PACCHETTI

Vuoi aprire la partita IVA gratis? Devi cambiare commercialista? Ti serve la dichiarazione? Contattaci per email o Whatsapp ti richiamiamo per cercare la soluzione adatta alle tue necessità!

Guarda il listino prezzi

Regime forfettario e socio accomandante

Se ancora non lo sapessi, il regime forfettario è un regime agevolato attualmente in vigore in Italia.
Dal primo gennaio 2020, ha subito alcune modifiche rispetto agli anni precedenti grazie alla nuova Legge di Stabilità.
Il limite del fatturato è fissato in 65.000 € e l’aliquota dell’imposta varia dal 15% al 5%, dipende dalla situazione.

Il reddito viene determinato grazie all’uso di un coefficiente di redditività variabile a seconda del tipo di attività.
I costi sono appunto determinati in modo forfettario e non è possibile detrarre altre spese.
Ma adesso vediamo in dettaglio quello che riguarda il socio accomandante quando si vuole applicare ad un regime agevolato.

Società in accomandita semplice

Tra le società di persone, il nostro ordinamento permette la costituzione di società in accomandita semplice.
La società in accomandita semplice ha due categorie di soci ai sensi dell’art. 2313, c.c.:

  • soci accomandatari, ai quali spetta, in via esclusiva, l’amministrazione e la gestione della società;
  • soci accomandanti, che rispondono per le obbligazioni sociali nei limiti della quota conferita, a condizione che non si ingeriscano nella amministrazione della società.

Tieni presente che, i soci accomandatari hanno una responsabilità illimitata e solidale per l’adempimento delle obbligazioni sociali.
Il nostro intento è quello di esaminare la compatibilità tra la qualifica di socio accomandante e l’adozione dei regimi agevolativi.
Merita ricordare che l’art. 2316, c.c. stabilisce, che l’atto costitutivo della società in accomandita semplice deve indicare i soci accomandatari e i soci accomandanti.

Differenza fra soci accomandatari e accomandanti

I soci accomandatari rispondono senza limiti per i debiti sociali mentre i soci accomandanti hanno la responsabilità limitata al conferimento pattuito.
E per quanto riguarda l’amministrazione? Nelle società in accomandita semplice, l’amministrazione è inderogabilmente legata alla qualifica di socio accomandatario illimitatamente responsabile, e mai alla qualifica del socio accomandante.

Il Codice civile, con riferimento ai soci accomandanti si limita a prevedere che gli stessi possono compiere atti di ispezione e sorveglianza solo se lo statuto lo prevede. (ex art. 2320, c.c.)
Inoltre hanno diritto di avere comunicazione:

  • del bilancio annuale;
  • del conto dei profitti e delle perdite.

Il socio accomandante può infine consultare i libri e gli altri documenti della società.
Fino a qui abbiamo esaminato il ruolo del socio accomandante nell’ambito dell’assetto proprietario e dell’assetto di gestione di una società in accomandita semplice.
Adesso occorre esaminare se il socio può contemporaneamente essere anche titolare di una partita Iva ed adottare il forfettario.

Il socio accomandante può essere titolare di partita Iva?

La risposta alla domanda è affermativa, un socio accomandante può sempre essere titolare di una propria partita Iva.
Più arduo invece è il percorso per capire quale regime fiscale può adottare.
Prima di rispondere, ricorda che oggi non è possibile aprire nuova partita IVA adottando il regime dei minimi.

L’unico regime agevolato in vigore attualmente in Italia è il regime forfettario.
Comunque, ha ancora senso chiedersi se per un contribuente del vecchio regime minimi è possibile.
Difatti, il vecchio regime agevolato può essere utilizzato per trascinamento dai minimi pre-riforma ex legge di Stabilità 2015.

L’applicabilità del regime forfettario e dei minimi per un socio accomandante di una Sas è effettivamente argomento dibattuto.
Una corrente di pensiero ritiene esclusa tale possibilità qualora la partecipazione sia detenuta in una società in accomandita semplice.
Più chiara invece è l’incompatibilità che sussiste tra chi detiene una quota di sas ed il regime forfettario con la propria partita Iva.
A partire dal primo gennaio 2019 è difatti precluso il forfettario agli esercenti d’impresa, arti o professioni che partecipano, contemporaneamente all’esercizio dell’attività, a società di persone.

Il socio di una Sas può dunque tranquillamente essere titolare di una partita Iva ma assolutamente non può adottare il regime fiscale forfettario.
Come può svolgere quindi il la propria attività con partita IVA?

Certamente, può continuare ad esercitare la sua con partita Iva adottando il regime fiscale semplificato.
Se vuoi approfondire gli aspetti legati al regime forfettario, ti consigliamo la lettura delle nostra guida al regime forfettario.
Per conoscere invece gli adempimenti burocratici che comporta il regime semplificato leggi la nostra guida al regime semplificato.

I nostri pacchetti

Siamo un team di consulenti e commercialisti e ti offriamo i nostri pacchetti ideati e pensati per la gestione completa della tua attività.
Contattaci per un preventivo personalizzato, e guarda i pacchetti già pronti completi sia per il forfettario che il semplificato:

Gestione in regime forfettario

Gestione in regime semplificato

Richiedi una call telefonica o video con un nostro esperto e scopri come possiamo aiutarti per la gestione della tua attività.

Aprire la Partita IVA o cambiare commercialista?

1. Richiedi consulenza gratuita
2. Un nostro consulente ti chiama per spiegarti quale partita IVA è adatta e per spiegarti il nostro servizio
3. Dopo la tua conferma, attiviamo la tua Partita IVA o l'abbonamento in 24 ore

    Acconsento al trattamento dati

    Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

    Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
    Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
    E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

    Amazon Echo Show


    La casa intelligente con Echo Show Echo Show si connette ad Alexa
    Noi lo utilizziamo nei nostri uffici!

     

    Aiutaci a migliorare il servizio

    Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

    Inserisci un commento

    Avviso ai lettori: verranno pubblicati solo i commenti in tema al titolo della pagina per chiarimenti sui contenuti pubblicati. Se hai necessità di consulenze personali usa il servizio di assistenza. Leggi la pagina maggiori informazioni su come inserire un commento.