Acquisto auto regime dei minimi

[Voti: 2 Media voto: 5]

acquisto auto nel regime dei minimi

Deduzione dell’acquisto di auto per le partite Iva

Argomento sempre attuale ed oggetto di dibattito tra gli operatori è la normativa fiscale sul mondo auto.
Tutte le partita Iva, fanno uso ovviamente dell’autoveicolo e la pianificazione fiscale dell’acquisto dell’auto è spesso l’atto di gestione più importante del periodo d’imposta.
Anche coloro che desiderano effettuare l’acquisto di auto e che sono nel regime dei minimi o nel regime forfettario devono sempre monitorare la propria attività.
Questo è importante per non superare nessuno dei vincoli normativi.

In generale i costi auto e quelli di telefonia sono la fonte di norme fiscali restrittive o, meglio, anti-elusive.
Ciò significa che il fisco, per questi costi, ha una normativa ad hoc con la quale cerca di ostacolare la possibilità che un contribuente con la partita Iva possa dedurre dal reddito d’impresa costi che in realtà riguardano la vita personale.

Diventa nostro cliente

Realizza il tuo progetto, apri la tua attività con noi! leggi i pareri dei clienti ...
Apri una Startup innovativa o la Partita Iva con il nostro servizio da 50 €

Per risparmiare sul commercialista, passa con noi, contabilità, dichiarazione redditi, assistenza standard, è tutto compreso!
Forfettari e Minimi 199 € Semplificati 499 €  il listino ...

La normativa tributaria

Per la generalità dei contribuenti,  esistono delle norme tributarie anti-elusive davvero restrittive in modo particolare nel settore che riguarda le auto.
L’art. 164 bis del tuir dispone che, solo il 20% del costo delle auto è deducibile dal reddito d’impresa, fino ad un tetto di 18.076,00 €.

Facciamo un esempio per capire esattamente la deducibilità del costo di una autovettura.
Si supponga che il costo totale dell’autovettura sia pari ad euro 60.500,00 oltre ad Iva.
In questo caso:

costo massimo fiscalmente deducibile €. 18.076 x 20% = 3.615,20.
costo indeducibile e non spesabile €. 56.884,80 (€.60.500–€.3.615,20)
costo annuo fiscalmente deducibile quota ammortamento: €. 3.615,20 x 25% = € 903,80.

Vediamo adesso il regime fiscale che è previsto per i contribuenti minimi.
Vedremo che anche per questi contribuenti il fisco agisce con una norma anti-elusiva ma, in questo caso, la norma apparirà a ragione meno rigida.

Acquisto di un auto nel regime dei minimi

Per i contribuenti nel regime dei minimi l’ art. 27, commi 1 e 2, D.L. 98/2011 dispone la deducibilità del costo di acquisto di un’auto interamente nel primo anno.
Questo avviene in due modalità a seconda dell’utilizzo della stessa:

1- uso promiscuo, deducibilità del 50%;
2- uso esclusivamente aziendale, deducibilità del 100%.

La deducibilità del 100% è possibile soltanto in casi molto particolari.
Un esempio potrebbe essere un contribuente tassista oppure un noleggiatore di auto.

Tutti i soggetti sono tenuti a rispettare un vincolo relativo ai beni strumentali.
Non deve essere superato il limite di 15.000,00 € di valore ma si presti attenzione al fatto che tutti i beni a deducibilità limitata (autovetture) si considerano ad uso promiscuo e sono conteggiati sempre per il 50% del corrispettivo.

Acquisto di un auto nel regime forfettario

Dopo aver analizzato il regime dei minimi vediamo adesso come si devono comportare i contribuenti del regime forfettario.
In questo regime l’acquisto di qualunque bene strumentale, compresa l’auto, risulta indifferente al fine del pagamento dell’imposta sostitutiva.
Anche in questo caso i contribuenti sono tenuti a rispettare un vincolo relativo al valore dei beni strumentali.

Per i forfettari il limite è di 20.000,00 €. La circolare AdE del 10 aprile 2016 n. 10/E ha precisato, fugando alcuni dubbi che erano emersi, che tutti i beni ad uso promiscuo (autovetture, motocicli, telefonia) concorrono alla formazione del predetto limite vengono assunte nella misura del 50% (indipendentemente dal loro effettivo utilizzo) e non devono essere presi a riferimento i limiti e le percentuali di deducibilità previsti dal Tuir.

Anche in questo caso un eventuale superamento di tale limite, costringerà il contribuente ad abbandonare il regime forfettario.

Beni strumentali: che cosa si intende?

Per poter calcolare il totale d’acquisto dei beni strumentali è necessario sapere quali includere e quali no.
Per beni strumentali si intendono tutte quelle attrezzature e quei macchinari che concorrono alla determinazione dei ricavi relativi all’attività professionale.
Non sono inclusi i beni immobili, anche se vengono utilizzati per esercitare l’attività lavorativa.
Nella circolare AdE 6/E del 4/04/2016 è stato chiarito che non concorrono alla verifica del limite dei 20.000,00 € i beni strumentali il cui costo unitario non sia superiore ad 516,45 €.

Canoni di leasing

Nel caso in cui i contribuenti sia minimi che forfettari acquistino beni strumentali con contratto di locazione finanziaria (leasing), si ripetono gli stessi limiti di valore che abbiamo già indicato.
In questo caso il valore del bene strumentale è determinato sulla base del costo sostenuto dal concedente (società erogatrice del leasing).
I vincoli sopra esposti confermano infine che la scelta tra un leasing o l’acquisto diretta del bene strumentale è fiscalmente neutra.

Se desideri porci qualche domanda scrivi un commento, e il nostro staff ti risponderà. Se desideri approfondire il tema su acquisto auto regime dei minimi in commercio puoi trovare alcuni testi interessanti che lo trattano in modo approfondito. Per questo motivo ti indichiamo quelli che a nostro giudizio possono essere interessanti.

Auto e fisco con CD ROM

Nel panorama fiscale italiano, una delle questioni più dibattute è da sempre la rilevanza dell’auto sulla fiscalità di impresa. Il testo di Leonardi offre un analisi completa sulla gestione dei veicoli aziendali. All’interno del libro puoi trovare tutta la normativa di riferimento, la giurisprudenza e la prassi consolidata nel tempo. Altamente consigliato.

Auto e fisco con CD ROM di Albino Leonardi
compra su Amazon.itCompra ora

Codice fiscale Frizzera

Per tutti gli operatori del mondo fiscale i codici Frizzera rappresentano una certezza per la loro sinteticità e la loro semplicità di uso.
Tra questi il codice fiscale Frizzera si caratterizza per le connessioni tra la normativa fiscale ed il Codice Civile.

Codice fiscale Frizzera a cura di M. Brusaterra
compra su Amazon.itCompra ora

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Il tuo consulente personale

Se hai una attività o vuoi aprirne una adesso, scegli i nostri servizi, avrai un consulente sempre al tuo fianco.
Ci occupiamo di tutti i tuoi adempimenti fiscali, e ti diamo un servizio di assistenza per tutta la durata del contratto.
Per ulteriori informazioni contattaci o parla in chat con un nostro operatore.

Se non sei già cliente ed hai bisogno di una consulenza, possiamo aiutarti lo stesso!
Scegli il tipo di consulenza, descrivi la tua situazione o il tuo problema e ricevi la risposta. Vai al servizio da qui

Acquisto auto regime dei minimi ultima modifica: 2017-05-12T01:00:01+00:00 da Staff

10 Comments

  1. catia 25 novembre 2016
  2. Giuseppe 21 dicembre 2016
    • Staff 21 dicembre 2016
  3. Giuseppe 21 dicembre 2016
    • Staff 21 dicembre 2016
  4. Giuseppe 21 dicembre 2016
  5. Francesco 15 giugno 2017
    • Staff 16 giugno 2017
      • Francesco 16 giugno 2017
        • Staff 19 giugno 2017

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, o premendo sul pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi