Aliquota irpef nel regime forfettario e imposta sostitutiva

[Voti: 2 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Aliquota irpef nel regime forfettario e imposta sostitutiva

aliquota irpef nel regime forfettario e imposta sostitutiva

IRPEF nel regime forfettario: l’imposta sostitutiva

Oggi parliamo dell’aliquota IRPEF nel nuovo regime forfettario.
Grazie alla Legge di Stabilità 2016, i contribuenti del regime forfettario sono esonerati dal pagamento delle medesime aliquote dei contribuenti ordinari.
Difatti l’IRPEF è inclusa nell’imposta sostitutiva del 15%, o del 5% per i primi 5 anni di attività.

Il tuo commercialista online
269
Gestione forfettario + apertura partita Iva
Gestione contabilità con dichiarazione redditi, conservazione digitale ed assistenza
Guarda il listino prezzi

Che cos’è l’IRPEF

L’ IRPEF viene definita come l’imposta sul reddito delle persone fisiche.
Sicuramente nel contesto del nostro paese rappresenta l’imposta più importante di tutto il sistema tributario italiano e sicuramente la più conosciuta ed odiata insieme all’Iva.

A chi deve essere applicata?

Deve essere applicata a tutti i soggetti residenti in Italia che percepiscono redditi, prodotti in qualsiasi parte del mondo.
Quindi in pratica l’IRPEF è a carico di tutti i cittadini che hanno la propria residenza fiscale in Italia, indipendentemente dalla tipologia di reddito percepito.

Come calcolare l’imposta sostitutiva nel regime forfettario

Per quanto riguarda invece il calcolo, ti indichiamo di seguito come procedere.
Devi applicare l’imposta del 15% (o del 5% a seconda della tua situazione) sul reddito imponibile.
Per quanto riguarda invece le scadenze, sono le stesse previste per l’IRPEF.
Il reddito imponibile è calcolato prendendo i ricavi dell’attività di impresa o libero professionista, abbattendolo dalle percentuali previste da tabella ministeriale.
Il codice di redditività si differenzia a seconda del codice ATECO che contraddistingue l’attività esercitata.

Quando si applica l’ imposta sostitutiva?

Ti ricordiamo che l’imposta sostitutiva può essere applicata nel caso in cui:

  • il contribuente non abbia esercitato, nei 3 anni precedenti, attività artistica, professionale anche in forma associata o familiare;
  • l’ attività da esercitare non costituisca, in nessun modo mera prosecuzione di un’ altra attività precedentemente svolta sotto forma di lavoro dipendente o autonomo;
  • nel caso in cui venga proseguita un’ attività svolta in precedenza da altro soggetto, l’ ammontare dei relativi ricavi e compensi, non deve essere superiore ai limiti per accedere al regime.

Capire il regime forfettario

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo di comprare questo libro. Il costo è irrisorio solo 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Giunto ormai alla quarta edizione, prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro. Visto il prezzo lo consigliamo senza riserve.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

2 Comments

  1. Avatar Jack12 4 Dicembre 2016
  2. Avatar Antonio 4 Dicembre 2016

Leave a Reply