Amministratore unico Srl regime forfettario

[Voti: 19 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Amministratore unico Srl regime forfettario

Amministratore unico Srl regime forfettario

Nel contributo di oggi ci occupiamo di una questione particolare sentita, confermata dalle molte richieste che riceviamo su questo argomento.
In tempi dove il lavoro precario è molto diffuso, pur di non far sfuggire occasioni lavorative, è normale avere più posizioni lavorative aperte.

Un esempio classico è rappresentato di numerosi giovani che, in situazione di praticantato professionale, percepiscono anche redditi in qualità di amministratori di Srl.
Spesso ci sentiamo chiedere se esiste compatibilità tra le funzioni di amministratore unico Srl regime forfettario, o nel vecchio regime dei minimi.
Vediamo di dare una risposta che chiarisca finalmente questo aspetto.

Il tuo commercialista a 269€

Gestione della contabilità, dichiarazione dei redditi, conservazione digitale, assistenza per ditte individuali e professionisti.

Devo aprire la partita IVA:
aprila gratis in regime forfettario con il nostro servizio! Maggiori info …

Ho già la partita IVA:
Se hai già una attività avviata passa con noi!
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Amministratore unico Srl regime forfettario

La domanda che spesso ci viene rivolta è quella della compatibilità delle funzioni di amministratore di Srl con il possesso della partita Iva in regime dei minimi o forfettario.
Occorre precisare che la partecipazione a Srl non trasparenti non genera ostacoli alla successiva acquisizione di partita Iva in regime forfettario, anche se è stata svolta attività di amministrazione della medesima società.

Il Regime Forfetario di cui alla legge 190/14 modificato dalla legge 208/15, non può essere applicato da imprenditori o professionisti che esercitano l’attività e contemporaneamente sono titolari di quote partecipative in società personali o associazioni.

Una soluzione in questi casi è che tali quote siano cedute totalmente prima dell’inizio dell’attività tassata forfettariamente.

Non costituisce causa di esclusione dal regime il possesso di una partecipazione in una società di capitali non trasparente. Dunque il possesso di quote di srl in regime ordinario non preclude l’adozione al regime forfettario.

La cessione di quote sociali e la conseguente prosecuzione dell’attività non ostacola mai l’utilizzo del regime forfettario, fermo restando che non troverebbe applicazione la riduzione dell’imposizione sostitutiva prevista per le nuove attività (dall’aliquota del 15% a quella del 5%).

Anche la qualifica di amministratore di Srl non osta all’utilizzo del regime fiscale forfettario, anche perché la relativa normativa non pone un divieto esplicito per chi svolge – o abbia svolto in passato – un tale incarico.

Un ultimo accorgimento a chi desidera abbinare un rapporto di amministratore di società di capitali con il possesso di una partita Iva. Il regime forfettario nel 2018 non può essere scelto da chi nel 2017 deteneva un reddito da lavoro dipendente o assimilato superiore a 30.000 euro. Per evitare tale esclusione, come ha stabilito la circolare 10/E del 4 aprile 2016, è necessario interrompere il rapporto di lavoro nel 2017, e non nello stesso anno in cui si vuole applicare il regime forfettario.

Ci auguriamo che questo breve contributo su amministratore unico Srl regime forfettario, possa esserti stato utile.
Se hai domande su questo argomento, puoi richiederci una consulenza tramite il nostro servizio.

Un saluto – Staff regimeminimi.com

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Amministratore unico Srl regime forfettario ultima modifica: 2017-12-05T15:00:25+00:00 da Staff

22 Comments

  1. Stefano Meriano 26 Dicembre 2017
    • Staff 28 Dicembre 2017
  2. Franco Rossini 30 Dicembre 2017
    • Staff 3 Gennaio 2018
  3. Claudia 9 Gennaio 2018
    • Staff 9 Gennaio 2018
  4. Claudia 9 Gennaio 2018
    • Staff 11 Gennaio 2018
  5. Mattia 25 Gennaio 2018
    • Staff 25 Gennaio 2018
  6. Gabriele 21 Febbraio 2018
    • Staff 22 Febbraio 2018
  7. Giuseppe 29 Settembre 2018
    • Staff 2 Ottobre 2018
  8. Matteo 2 Novembre 2018
    • Staff 2 Novembre 2018
  9. giordano tobia 18 Novembre 2018
    • Staff 19 Novembre 2018
  10. Eugenio Vola 4 Gennaio 2019
    • Staff 4 Gennaio 2019
  11. Luca Nolli 8 Gennaio 2019
    • Staff 9 Gennaio 2019

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.