Aprire attività regime semplificato

[Voti: 2 Media voto: 5]

aprire attività regime semplificato

Un nostro lettore Marco di Salerno ci chiede maggiori informazioni in merito a aprire attività regime semplificato.
Ti invitiamo a scrivere nei commenti se anche tu hai domande relative a questo argomento.
Se hai un argomento di tuo interesse richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti.

Aprire attività regime semplificato

Salve staff regimeminimi. Mi è stato proposto di rilevare una pizzeria da asporto. Il vecchio gestore mi ha detto che tiene il la contabilità con il regime semplificato ossia un regime dove non è necessario tenere contabilmente il libro giornale ed il libro mastro.

In sede di inizio di attività devo dichiarare all’Agenzia delle Entrate che voglio adottare anche io tale regime? Saluti e grazie per la risposta.

Marco – Salerno

Il tuo commercialista online
269
Gestione forfettario + apertura partita Iva
Gestione contabilità con dichiarazione redditi, conservazione digitale ed assistenza
Guarda il listino prezzi

La nostra risposta a Marco

Ciao Marco , grazie per la tua domanda relativa a aprire attività regime semplificato.
In caso di inizio attività in corso d’anno, nella valutazione è necessario effettuare il ragguaglio ad anno dei ricavi presunti indicati in sede di inizio attività nel modulo AA7 o AA9.

Il regime semplificato è un regime naturale e questo significa che se sei un libero professionista od un imprenditore con ricavi inferiori alle soglie sopra descritte adotti il regime semplificato senza nessuna particolare comunicazione.
Una particolare opzione è invece prevista proprio per il caso contrario ossia se pur essendo sotto le soglie anzidette vuoi adottare il regime di contabilità ordinaria.

Come sempre, l’opzione necessita di un comportamento concludente del contribuente abbinata ad una comunicazione nell’ambito del quadro VO della dichiarazione Iva.
In sede di apertura della partita Iva ti consigliamo anche di valutare l’opportunità di adottare il regime forfettario laddove il tuo volume di affari sia entro le soglie consentite dalla legge.

Le soglie sono le seguenti:

  • Industrie alimentari e delle bevande: euro 45.000;
  • Commercio all’ingrosso e al dettaglio: euro 50.000;
  • Commercio ambulante e di altri prodotti: euro 30.000;
  • Costruzioni e attività immobiliari: euro 25.000;
  • Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione: euro 50.000;
  • Attività professionali, scientifiche, tecniche, sanitarie, di istruzione servizi finanziari ed assicurativi: euro 30.000;
  • Altre attività economiche: euro 30.000.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo di comprare questo libro. Il costo è irrisorio solo 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Giunto ormai alla quarta edizione, prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro. Visto il prezzo lo consigliamo senza riserve.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Leave a Reply