Coadiuvante e regime dei minimi

[Voti: 2 Media voto: 5]
coadiuvante e regime dei minimi

Il coadiuvante non costituisce ostacolo per i contribuenti minimi

Oggi parliamo dei coadiuvanti e della loro relazione con il regime dei minimi.
Analizziamo due casi:

  1. se un coadiuvante vuole accedere al regime dei minimi;
  2. se un contribuente del regime dei minimi ha intenzione di assumere un coadiuvante.

Prima però è necessario specificare chi è un coadiuvante.

I nostri servizi per la tua attività

Apriamo la tua Partita Iva o la tua società mantenendoti aggiornato su adempimenti e scadenze fiscali.
Curiamo la tua contabilità, ti suggeriamo come risparmiare,  inviamo la tua dichiarazione dei redditi e molto altro.

Consulta il nostro listino dei prezzi e scegli il servizio per le tue esigenze.
Gestione completa in regime dei minimi o forfettario a soli 199 € all'anno!
Contabilità in semplificato a soli 60 € al mese.

Chi è un coadiuvante?

Un coadiuvante è colui che collabora con un familiare che svolge un’attività in conto proprio, senza avere un rapporto di lavoro regolato da un contratto.
Si deve inoltre specificare che non tutti i collaboratori familiari sono riconosciuti.
Infatti si evidenziano fra questi, soltanto 5 categorie:

  • coniuge;
  • figli legittimi o adottivi;
  • fratelli e sorelle;
  • nipoti;
  • parenti fino al 3° grado di parentela.

Coadiuvante che vuole accedere al regime dei minimi

La qualifica del coadiuvante, come attività esercitata nel triennio precedente, non costituisce nessun ostacolo al regime dei minimi.
Al riguardo, l’art.27 del Dl 98/2011 comprende nell’attività esercitata nel triennio precedente quella svolta in qualità di socio o collaboratore familiare.
Quest’ultima categoria però è associata ad un’impresa familiare e quindi ad un soggetto che fiscalmente percepisce un reddito.

La figura del collaboratore familiare non è quindi riconducibile a quella del coadiuvante.
Il motivo risiede nel fatto che al coadiuvante non viene attribuito alcun reddito partecipativo d’impresa o di lavoro autonomo.
L’ostacolo della mera prosecuzione dell’attività  quindi non sussiste perché il coadiuvante non produce alcun reddito di lavoro autonomo o di lavoro dipendente.
Per tale motivo il coadiuvante può accedere al regime dei minimi.

Contribuente del regime dei minimi ha intenzione di assumere un coadiuvante

La legge 244/2007 comma 96 ricorda a tutti i contribuenti che, usufruendo del regime dei minimi, non possono sostenere spese per lavoro dipendente o subordinato.
Possono però, in alternativa avvalersi di collaboratori occasionali, retribuiti tramite voucher INPS  .
E’ possibile quindi per un contribuente minimo avvalersi di un coadiuvante solo nel caso in cui le prestazioni offerte siano occasionali e quindi retribuite tramite voucher.

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Risparmia con il regime forfettario

Forse non sai che per la tua attività, se applicabile, il regime forfettario ti permette di risparmiare sulle tasse. Con il nostro servizio, apriamo la tua Partita Iva, ti aggiorniamo su adempimenti e scadenze, curiamo la tua contabilità, ti suggeriamo come risparmiare,  inviamo la tua dichiarazione dei redditi e molto altro. Consulta il nostro listino dei prezzi e scegli il servizio per le tue esigenze. Un esempio gestione completa in regime dei minimi o forfettario a solo 199 € all'anno!

Il servizio di consulenze

Se hai bisogno di una consulenza, scegli il servizio più adatto alle tue esigenze:
Standard 23,99 € + Iva - risposta in forma privata entro 3 giorni lavorativi.
Prioritaria 33,99 € + Iva - risposta in forma privata entro 1 giorno lavorativo.
Gratuita - risposta pubblica sulle pagine del nostro blog.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Coadiuvante e regime dei minimi ultima modifica: 2016-11-29T18:25:02+00:00 da Staff

2 Comments

  1. Francesco 6 ottobre 2017
    • Staff 11 ottobre 2017

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, o premendo sul pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi