Contabilità digitale cosa cambia

[Voti: 0 Media voto: 0]

contabilita digitale cosa cambia

Contabilità digitale cosa cambia nel 2017

A partire dal 1° Gennaio 2017,  inizierà una vera e propria rivoluzione nel campo fiscale che porterà grandi cambiamenti nella contabilità digitale.
Tutto questo grazie ad un nuovo sistema denominato SDI.

Il Sistema di Interscambio (SDI) ovvero la piattaforma creata dall’Agenzia delle Entrate per la  trasmissione e ricezione (da e verso qualunque soggetto) di fatture elettroniche.
Come è noto dal marzo 2015 tutte le fatture emesse nei confronti della Pubblica amministrazione devono essere fatture elettroniche, ma la vera novità consiste nel fatto che dal 1° gennaio 2017 la medesima piattaforma (SDI) potrà essere il centro nevralgico dello scambio di fatture elettroniche tra privati.
Questo sistema innovativo e’ messo a disposizione gratuitamente dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

Come funzionerà il sistema di interscambio B2B?

Il processo di trasmissione sarà identico a quello utilizzato per l’invio di fatture elettroniche verso la Pubblica Amministrazione.
Il servizio SDI svolgerà la doppia funzione di permettere la trasmissione di documenti sia alla controparte che all’Agenzia delle Entrate.

Questo comporterà una grande agevolazione per tutti i soggetti che decideranno di utilizzarlo nella trasmissione della documentazione contabile digitale.
L’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione del contribuente un sistema di controllo per verificare la correttezza tempestiva dei dati inviati.
L’opzione per il servizio di trasmissione ha una durata di 5 anni e si rinnova automaticamente.
I commercianti al minuto che aderiranno potranno inviare i corrispettivi alla Agenzia delle Entrate senza obbligo di tenuta contabile.

Ci saranno vantaggi per chi utilizzerà il SDI?

Si, saranno almeno quattro:

  1. Innanzitutto per chi deciderà di adottarlo verrà messo a disposizione un programma di assistenza fiscale.
    Questo che permetterà di ricevere i dati necessari alle liquidazioni periodiche e le dichiarazioni annuali IVA.
    Non ci sarà più obbligo di registrazione delle operazioni e nemmeno soggetti all’obbligo del visto di conformità sulle dichiarazioni con richiesta di rimborso superiore ai  € 15.000;
  2. I soggetti che emettono scontrini ed adottano questo sistema non saranno più obbligati a passare per la propria contabilità;
  3. Esonero totale dai seguenti adempimenti fiscali: blacklist, spesometro, ed elenchi INTRASTAT;
  4. Se si ricevono o si effettuano pagamenti tramite bonifico bancario o postale, assegno bancario, circolare o postale con la clausola di non trasferibilità superiore ai 30 euro, si può beneficiare della riduzione dei termini di decadenza per gli accertamenti IVA e IIDD di un anno, ovvero i termini verranno ridotti da 5 a 4 anni.

Dal nostro punto di vista riteniamo che la figura del commercialista sarà fondamentale e strategica per effettuare controlli.
In effetti i processi che si instaurano devono essere sempre attentamente monitorati ed è certo che tutta l’attività di monitoraggio sarà affidata a professionisti che dovranno avere sia competenza fiscali che competenze tecnico-informatiche.
A medio termine non si escludono modelli e procedure standard che permetteranno di integrare il processo di fatturazione elettronica con i servizi bancari.

Approfondimenti sui temi trattati

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo l'acquisto di questo libro. Il costo è di soli 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro.

Se finalmente hai deciso di aprire una startup innovativa, o vuoi avere una serie di spunti per creare un nuovo lavoro, ti segnaliamo alcuni libri veramente interessanti e pieni di spunti ed idee.

Startup digitali & PMI innovative, analizza la situazione degli imprenditori in Italia, 8 su 10 falliscono entro i primi 18 mesi. Il libro analizza le differenze tra chi riesce e chi fallisce, ed aiuta manager e imprenditori a vincere.
Raccoglie tecniche, strategie, case history di chi ha fatto successo. Gli autori, imprenditori di se stessi hanno una esperienza ventennale ed hanno inserito le loro conoscenze e competenze. Consigliato.

Startup. Sogna, credici, realizza. Dall'idea al successo è scritto da quattro giornalisti che ogni giorno si confrontano con queste tematiche, è una guida essenziale per chi vuole creare una startup. I dieci capitoli del libro, sono veramente interessanti e contiene le interviste esclusive ai founder di startup mondiali, da Airbnb a Candy Crush.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Contabilità digitale cosa cambia ultima modifica: 2016-11-18T19:10:52+00:00 da Staff

2 Comments

  1. Franco 25 Novembre 2016
    • Staff 25 Novembre 2016

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.