Contributi previdenziali obbligatori deducibili

[Voti: 3 Media voto: 5]
contributi previdenziali obbligatori deducibili

Marco G. nei giorni scorsi ci ha posto questo quesito e ci ha pregato di rispondergli sul nostro blog.
E’ con molto piacere che raccogliamo la sua richiesta anche perchè ci permette di rispondere anche ad altri utenti che ci hanno formulato la stessa domanda a cavallo delle festività natalizie.
Oggi parliamo quindi di contributi previdenziali obbligatori deducibili un argomento molto di attualità in questo periodo.

Vediamo qual è la base imponibile sulla quale calcolare la contribuzione dovuta per i liberi professionisti iscritti alla Gestione separata.
E’ rappresentata dalla totalità dei redditi prodotti quale reddito di lavoro autonomo dichiarato ai fini Irpef.

Inoltre è compreso anche quello in forma associata e/o quello proveniente – se adottato dal professionista – dal regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità o regime forfettario. (determinato ai sensi dell’art. 1, commi dal 54 a 89, della legge n. 190/2014).

Diventa nostro cliente

Realizza il tuo progetto ed apri la tua attività con i nostri servizi!
Apri una Startup innovativa o una Partita Iva da 50 €

Passa con noi e risparmia sul commercialista, gestione contabilità, dichiarazione redditi, è tutto compreso!
Forfettari e Minimi 199 € Semplificati da 180 €  il listino completo ...

Dove effettuare la denuncia?

Il contributo dovuto per i forfettari deve essere calcolato sui redditi prodotti e denunciati nel Quadro LM.

Vediamo di seguito dove indicare i contributi deducibili nei casi dei due regimi fiscali agevolati.
Se applichi il regime dei minimi D.L. 98/2011:

  • sezione I (reddito dei soggetti che aderiscono al regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità;
  • flag nella casella: Autonomo;
  • I contributi deducibili pagati nel periodo d’imposta, dovranno essere inseriti nella colonna 1 del rigo LM7.
    Ridurranno così il reddito imponibile ai fine dell’imposta sostitutiva.

Se applichi il Regime forfettario legge 190/2014:

  • sezione II (Regime forfettario);
  • flag casella “autonomo”;
  • I contributi deducibili pagati nel periodo d’imposta, dovranno essere inseriti nella colonna 1 del rigo LM35.
    Ridurranno così il reddito imponibile ai fine dell’imposta sostitutiva.

E se il contribuente forfettario esercita contemporaneamente più attività, sia di impresa che di lavoro autonomo?

In questo caso la base imponibile corrisponde alla somma degli importi delle colonne 5 dei righi da LM22 a LM30, esposti per intero, aventi natura di reddito di lavoro autonomo soggetto a Gestione separata (art. 53, comma 1, del TUIR), decurtata delle perdite pregresse relative ai singoli redditi considerati e facenti parte dell’importo indicato nella colonna LM37.

Si sottolinea ancora che dal reddito determinato secondo i criteri propri del regime forfettario e del regime dei minimi, sono deducibili i contributi previdenziali dovuti per legge e “versati” nell’anno.
Anche in questo caso, si deve applicare il principio di cassa.

I contributi previdenziali possono essere considerati in diminuzione del reddito dell’attività esercitata dal contribuente che ha adottato il regime forfettario o il regime dei minimi, fino ad azzerare il reddito stesso.
Inoltre, l’eventuale quota eccedente il reddito può essere considerata in deduzione dal reddito complessivo Irpef (nel quadro RP del modello Unico) quale onere deducibile ex articolo 10 del Tuir.

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo di comprare questo libro. Il costo è irrisorio solo 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Giunto ormai alla quarta edizione, prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro. Visto il prezzo lo consigliamo senza riserve.

Il tuo consulente personale

Se hai già una attività avviata o vuoi aprirne una, scegli il nostro servizio.
Avrai un consulente personale al tuo fianco che si occuperà degli adempimenti fiscali e della tua contabilità per tutta la durata del contratto.
Per maggiori informazioni contattaci o parla in chat con un nostro operatore.

Se hai bisogno di una consulenza, scegli il servizio più adatto alle tue esigenze:
Standard 23,99 € + Iva - rispondiamo in forma privata entro 3 giorni lavorativi.
Prioritaria 33,99 € + Iva - rispondiamo in forma privata entro 1 giorno lavorativo.
Gratuita - rispondiamo pubblicamente sulle pagine del nostro blog.

Contributi previdenziali obbligatori deducibili ultima modifica: 2017-11-09T17:00:25+00:00 da Staff

Leave a Reply

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, o premendo sul pulsante "Accetto" acconsenti all’uso dei cookie. Cookies policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi