I redditi occasionali nel regime dei minimi

[Voti: 2 Media voto: 5]

Home > Fisco e Tasse > Regime dei minimi > I redditi occasionali nel regime dei minimi

i redditi occasionali nel regime dei minimi

Redditi e prestazioni occasionali e regime dei minimi

In questo articolo ci chiediamo quale possa essere il rapporto esistente tra il regime di vantaggio per l’ imprenditoria giovanile (o nuovi minimi) e i redditi occasionali.
Ormai molti giovani effettuano le prime esperienze di lavoro con la modalità dei voucher di lavoro Inps.

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

Il ruolo dei voucher nei redditi occasionali

I voucher lavoro o buoni lavoro rappresentano un sistema di pagamento delle prestazioni di lavoro occasionale accessorio.
Ti ricordiamo che sono utilizzabili in tutti i settori di attività e per tutte le categorie di prestatori.
Secondo alcuni dati elaborati dall’ Inps, i settori che più li utilizzano lavoro risultano:

  • il commercio;
  • il turismo;
  • i servizi.

E’ possibile utilizzarli anche in altri settori:

  • settore dell’ edilizia;
  • del lavoro domestico;
  • del giardinaggio;
  • delle pulizie;
  • dell’ agricoltura

Analizziamo però nello specifico, cosa si intende per prestazioni occasionali e quali sono i requisiti da rispettare per essere considerati dei redditi occasionali.

Che cosa si intende per prestazioni occasionali?

Sono considerate prestazioni occasionali tutte quelle attività svolte, senza nessuna forma di subordinazione o coordinazione con il committente della stessa, in base all’ articolo 2222 del Codice Civile.
Vediamo adesso quando i servizi on-line, molto spesso offerti dai giovani,  e cosiddetti della new economy, possono rientrare nell’alveo dei redditi occasionali.
Se la prestazione occasionale viene pagate mediante voucher la normativa stabilisce dei limiti quantitativi.

I voucher lavoro non devono generare da parte del prestatore un reddito netto superiore a 7.000,00 € nel corso di un anno solare.
Tale somma fa riferimento alla totalità dei committenti.
Altro limite  è quello secondo cui il lavoro occasionale svolto per conto di un singolo imprenditore commerciale od un singolo  libero professionista, non può eccedere i 2.000,00 € netti.

Per fare un esempio un lavoratore che presta un servizio di pulizia nei confronti di un’ azienda non può avere compensi occasionali per oltre 2.000,00 € netti.
Inoltre, se lo stesso soggetto presta il proprio servizio in favore di altre aziende, il compenso lordo non può comunque complessivamente superare la soglia di 7.000,00 € netti.

Quali sono i requisiti da rispettare

Analizziamo adesso quali sono i requisiti fondamentali per poter accedere al regime dei minimi se hai percepito redditi occasionali.
Facciamo un esempio per pratico di una situazione che potrebbe verificarsi.

Un giovane che ha svolto prestazioni occasionali può prendere partita Iva ed adottare il regime dei minimi?
Per fortuna la risposta è affermativa.
La circostanza di aver svolto prestazioni occasionali non impedisce l’ accesso al regime dei minimi.
Questo perché costituiscono redditi diversi, ai sensi dell’art. 81 Tuir, non sono produttive di reddito di lavoro autonomo o di impresa di cui rispettivamente agli articoli 55 e 55 Tuir.

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

I redditi occasionali nel regime dei minimi ultima modifica: 2016-12-07T18:00:50+00:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.