La scelta del regime fiscale per l'infermiere: consigli ed esempi

La scelta del regime fiscale per l’infermiere

[Voti: 1 Media voto: 5]

la scelta del regime fiscale per l'infermiere

Sei un infermiere e vuoi informazioni per la tua Partita IVA? Vuoi avviare l’attività di infermiere professionale ad aprire la Partita IVA?
Oggi ci occupiamo della scelta del regime fiscale per l’infermiere e ti diamo tutte le indicazioni necessarie per inviare subito l’attività.
Sicuramente l’infermiere è una della categorie che può trarre maggior beneficio dall’applicazione del regime forfettario.

L’infermiere è un libero professionista e generalmente può avere un volume di affari che gli permette di rientrare nei limiti del regime forfettario.
Se ancora non lo sai il limite per i ricavi da Partita IVA in regime forfettario è di 65.000 €.
La cosa interessante è che puoi svolgere contemporaneamente anche un lavoro come dipendente ed i due redditi non fanno cumulo.

L’unico paletto per adottare il forfettario per la tua Partita IVA è che il reddito come dipendente non superi la soglia dei 30.000 € lordi.
Il regime forfettario inoltre presenta altre caratteristiche molto vantaggiose che vediamo più avanti in questa guida.
In tutti i casi ti consigliamo la lettura della nostra guida al regime forfettario per avere un quadro più ampio.

RISPARMIA CON I NOSTRI PACCHETTI

Vuoi aprire la partita IVA gratis? Devi cambiare commercialista? Ti serve la dichiarazione? Contattaci per email o Whatsapp ti richiamiamo per cercare la soluzione adatta alle tue necessità!

Guarda il listino prezzi

Regime forfettario per infermiere

Se è vero che il regime forfettario è probabilmente il regime più conveniente da adottare per gli infermieri non è detto che tu possa aderire.
Nel caso sei un dipendente, nel periodo d’imposta precedente non devi aver percepito un reddito da lavoro dipendente superiore a 30.000 €.

Se non puoi adottare il regime forfettario puoi utilizzare è il regime semplificato, dai un’occhiata alla nostra guida per capire la differenza con il forfettario.
Il regime semplificato è sicuramente un regime fiscale più complesso.
A differenza del forfettario si applica l’IVA in fattura, è obbligatoria la fatturazione elettronica e sono previsti molti adempimenti aggiuntivi non necessari in forfettario.

Anche il costo per la gestione della contabilità è più alta, ma di questo aspetto ce ne occupiamo più avanti.

Esempio 1

Vediamo un esempio per capire come funziona la tassazione dei redditi per un infermiere che adotta il regime forfettario. Ipotizziamo questa situazione:

  •  tariffa oraria 15,00 €/ora;
  • ore mensili lavorate 144;
  • ore annuali 1.584 (144 x 11);
  • compenso annuo lordo 23.760 €.

Vediamo come calcolare la tassazione.

23.760,00  x 78% = 18.532,80 € è base imponibile
18.532,80 x 5% = 926,64 € è l’imposta sostitutiva

Esempio 2

Vediamo adesso un altro esempio per comprendere meglio come funziona la tassazione in regime forfettario per un infermiere con Partita IVA.

Cristina è una infermiera professionista con Partita IVA in regime forfettario. Svolge anche un lavoro come dipendente part time ed ha uno stipendio lordo di 18.000 €.
Può adottare tranquillamente il forfettario perché il reddito da lavoro dipendente di 18.000 € non supera la soglia dei 30.000 € previsti.
I due redditi come dipendente e da partita IVA non si sommano per la determinazione delle tasse e dei contributi da versare.

Cristina nell’anno precedente ha percepito redditi con la Partita IVA pari a 50.000 €.
Ha un aliquota del 15% perché non ha i requisiti per la riduzione al 5%.

Il coefficiente di redditività è del 78%

Il suo reddito imponibile: 50.000 € x 78% = 39.000 €
Imposta sostitutiva: 39.000 € x 15% = 5.850 €

Se Cristina avesse avuto i requisiti per l’aliquota ridotta pagherebbe molto meno e precisamente 1.950 €

Il regime forfettario è davvero conveniente?

Probabilmente ti stai chiedendo se il regime forfettario è davvero allettante e sia migliore del regime semplificato.
Innanzitutto devi considerare la tua situazione, hai anche un lavoro dipendente? Superi i 30.000 € come reddito da dipendente?

Sulla base dell’esempio numero 1 presta attenzione alla differenza tra il reddito lordo di 23.760 € ed il reddito imponibile di 18.532,80 € la base imponibile.
La differenza di 5228 € significa che il forfettario ti consente di portarli come costi senza documentare alcunché.

Per valutare la convenienza del forfettario rispetto al semplificato, è quindi importante effettuare una simulazione di questo genere.
Si devono calcolare attentamente i costi in modo analitico che si potrebbero dimostrare al fisco rispondenti al principio di inerenza che si possono applicare in semplificato.
Quando la simulazione porta ad un ammontare significativamente più elevato, può essere sensato per l’infermiere analizzare il passaggio ad un regime semplificato.

I contributi per infermiere

Diamo adesso uno sguardo alla parte relativa alla previdenza per un infermiere.
La categoria ha una Casa Previdenziale autonoma l’ENPAPI ed è obbligatoria per tutti coloro che svolgono attività infermieristiche professionali.

ENPAPI è la sigla dell’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza della Professione Infermieristica che ha lo scopo di assicurare la previdenza ad infermieri, assistenti sanitari che esercitano l’attività in forma di Libera Professione.

I contributi devono essere versati in base al reddito dell’attività con Partita IVA.
Un infermiere ha l’obbligo di versare alla propria Cassa di Previdenza tre tipologie di contributi:

  • soggettivo, prevede una quota fissa ed una percentuale del 16% in base al reddito dell’attività
  • integrativo con aliquota del 4% sul reddito
  • maternità

I contributi devono essere versati in 5 rate più una rata finale a conguaglio con scadenze previste:

  1. Febbraio
  2. Aprile
  3. Giugno
  4. Agosto
  5. Ottobre

Conguaglio finale a Dicembre.

Il nostro pacchetto per Infermieri

Con GO inizia subito la tua attività:
Partita IVA Gratis + la Gestione Fiscale + Assistenza 365 all’anno canone annuale di 269 € + IVA

Go Professionista

Se hai già la partita IVA e vuoi cambiare commercialista scegli il pacchetto Value Forfettario 2020.
Disponibile con due modalità di pagamento, canone annuale o canone semestrale!

Value Forfettario 2020

Per la dichiarazione dichiarazione dei redditi 2019 Unico 2020 scegli:

Value Forfettario 2019

Se invece ti trovi in regime semplificato scegli il nostro pacchetto Pro semplificato!
Con la sua struttura modulare, paghi in base all’effettivo flusso di fatturazione che consumi.
Include tutto per la gestione fiscale per la tua attività e la fatturazione elettronica.
Richiedici una call video che riservo ai nostri clienti Business, saremo felici di illustrarti come funziona il servizio!

Il prezzo è di 699 € + IVA / anno

Pro Semplificato

Se vuoi maggiori informazioni lascia i tuoi dati a Vanessa e Stella su Whatsapp per un appuntamento con un nostro consulente!

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Aprire la Partita IVA o cambiare commercialista?

1. Richiedi consulenza gratuita
2. Un nostro consulente ti chiama per spiegarti quale partita IVA è adatta e per spiegarti il nostro servizio
3. Dopo la tua conferma, attiviamo la tua Partita IVA o l'abbonamento in 24 ore

    Acconsento al trattamento dati

    Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

    Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
    Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
    E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

    Amazon Echo Show


    La casa intelligente con Echo Show Echo Show si connette ad Alexa
    Noi lo utilizziamo nei nostri uffici!

     

    Aiutaci a migliorare il servizio

    Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

    Inserisci un commento

    Avviso ai lettori: verranno pubblicati solo i commenti in tema al titolo della pagina per chiarimenti sui contenuti pubblicati. Se hai necessità di consulenze personali usa il servizio di assistenza. Leggi la pagina maggiori informazioni su come inserire un commento.