Lavoratore dipendente e partita iva - regimeminimi.com

Lavoratore dipendente e partita iva

[Voti: 2 Media voto: 5]

lavoratore dipendente e partita iva

Un nostro lettore Claudio di Arezzo ci chiede maggiori informazioni in merito a lavoratore dipendente e partita iva.
Ti invitiamo a scrivere nei commenti se anche tu hai domande relative a questo argomento.
Se hai un argomento di tuo interesse richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti.

Lavoratore dipendente e partita iva

Buongiorno, mi chiamo Claudio e sono di Arezzo, attualmente sono un dipendente a contratto determinato nel settore informatico con un reddito annuo di circa 27.000 euro lordi.
Vorrei sapere due cose:

  1. potrei aprire una partita iva con regime dei minimi?
  2. pro e contro rispetto al contratto determinato

Claudio – Arezzo

RISPARMIA CON I NOSTRI PACCHETTI

Devi aprire una partita IVA in regime forfettario? Vuoi cambiare commercialista?
Hai superato il limite dei 65.000 € e cerchi una soluzione?
Abbiamo un pacchetto adatto per tutte le tue esigenze!

Scopri i nostri pacchetti

La nostra risposta a Claudio

Buongiorno Claudio, grazie per la tua domanda su lavoratore dipendente e partita iva.
il lavoro da dipendente non ostacola l’applicazione del nuovo Regime Forfettario (il regime dei minimi è stato abrogato il 31/12/2015), è necessario però che al 31/12 dell’anno precedente il reddito annuale da dipendente non superi i 30.000€ (fa fede il valore indicato nel CUD).IChi vuole aprire una partita iva ed ha anche un lavoro da dipendente a tempo pieno può godere di alcune agevolazioni a livello contributivo.
Se l’attività intrapresa è da commerciante non sarà obbligato al versamento dei contributi per quanto riguarda il reddito prodotto con la partita Iva.
Se l’attività svolta invece è una libera professione per cui è richiesta l’iscrizione alla gestione separata si può usufruire della riduzione dell’aliquota contributiva.

Questo accade perchè il titolare di partita Iva che è allo stesso tempo un dipendente full time è già coperto da una posizione contributiva obbligatoria.
Si consiglia sempre di comunicare al datore di lavoro la volontà di aprire la partita Iva e di assicurarsi che l’attività esercitata non sia concorrente a quella principale.

Si potrebbe anche rischiare il licenziamento per giusta causa.

I pro e contro rispetto ad un lavoro a tempo determinato sono molto soggettivi, da una parte avrai la flessibilità dell’orario lavorativo che potrai gestire come meglio credi e risponderai solo a te stesso delle decisioni prese e delle scelte fatte.
Il vantaggio del lavoro da dipendente sicuramente sono i maggiori diritti in caso di assenza dal lavoro, come può capitare per la malattia, gli infortuni e le ferie.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Amazon Echo Show


La casa intelligente con Echo Show Echo Show si connette ad Alexa!

 

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.

Hai bisogno di info sui nostri servizi? whatsapp