Partita Iva come si apre e quanto costa

[Voti: 13 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Partita Iva come si apre e quanto costa

partita iva come si apre e quanto costa

Oggi trattiamo un argomento di fondamentale importanza se hai deciso di iniziare una nuova attività.
Se vuoi intraprendere una carriera come professionista, oppure avviare un impresa artigianale o commerciale il primo passo è aprire una partita Iva.

L’articolo di oggi, dedicato alla partita Iva come si apre e quanto costa, viene in contro alle richieste di chiarimento che ci arrivano dai lettori del nostro blog.

Ci occupiamo da molti anni di gestione di servizi contabili e fiscali e siamo online tramite questo sito dal 2013.
Siamo intermediari abilitati per l’invio telematico delle dichiarazioni dei redditi e per gli altri adempimenti.
Per maggiori informazioni sul nostro team e su cosa facciamo visita la pagina dedicata.

Quando si apre la partita Iva, la prima cosa da stabilire è l’inquadramento corretto per l’attività che si deve svolgere, spesso non si hanno le idee chiare su questo punto.
Poi, occorre la scelta del codice Ateco adatto o dei codici adatti se si intende svolgere più attività contemporaneamente.
Spesso ci sentiamo domandare se è possibile aprire un altra partita Iva per avviare un altro lavoro, magari un e-commerce.

Per ogni codice fiscale la legge italiana, consente di aprire una sola partita Iva.
E’ però consentito svolgere più attività contemporaneamente, è sufficiente aggiungere i codici Ateco adatti ed inoltrare le pratiche agli uffici di competenza come la CCIAA se necessario.

Per consentirti di effettuare queste modifiche per la tua attività, abbiamo preparato dei pacchetti adatti per tutte le necessità.
Contattaci e spiegaci le tue esigenze, ti rispondiamo e ti indichiamo il pacchetto che è necessario acquistare se intendi procedere.

Partita Iva come si apre e quanto costa

Se hai deciso di aprire la partita Iva possiamo offrirti due soluzioni.

Importante: forse non lo sai, quando apri la partita Iva, sei obbligato a dichiarare i redditi percepiti nell’anno solare.
Questo avviene mediante la presentazione della dichiarazione dei redditi nel giugno dell’anno successivo ed è obbligatorio anche se non emetti fatture.
Se non presenti la dichiarazione, si tratta si omessa dichiarazione e rischi di subire le sanzioni previste. Per questo motivo, abbiamo messo a punto il pacchetto Go che ti mette al riparo da questa spiacevole evenienza.

I pacchetti Go, inoltre, sono ottimizzati per offrirti tutto il necessario per la gestione fiscale della tua attività ad un prezzo contenuto.
Sarai seguito dal tuo consulente personale per tutti gli adempimenti necessari.
Ogni pacchetto, comprende la gestione della contabilità con tutti gli adempimenti necessari per l’anno di competenza, l’apertura della partita Iva senza costi aggiuntivi ed un servizio di assistenza di 365 giorni. Clicca sul pacchetto di tuo interesse per maggiori informazioni.

Tutti i servizi Go comprendono:

apertura partita Iva gratis
gestione fiscale 2019
dichiarazione dei redditi con conservazione digitale
 altri adempimenti (es. previdenza)
assistenza per il forfettario via chat, email ticket e telefono

Scegli il servizio GO adatto alle tue esigenze

GO Professionista

ad es: architetti, geometri, periti, infermieri, ingegneri, consulenti, freelancer

GO Artigiano

ad es: elettricisti, idraulici, webdesigner e webmaster, falegnami, estetiste e parrucchiere

GO Commerciante

ad es: agenti di commercio, negozi fisici ed ecommerce

I servizi Go sono offerti al prezzo di 269 € all’anno. Nel caso del pacchetto artigiano e commerciante è previsto un contributo una tantum di 120 € per coprire le spese vive di istruttoria relative alle pratiche CCIAA. Se hai dubbi puoi prenotare un appuntamento telefonico tramite questo link oppure richiederlo ad un nostro operatore in chat.

Voglio aprire solo la partita Iva

Come ti abbiamo già accennato, i pacchetti Go nascono con l’obiettivo di darti un servizio completo che comprende tutto, dall’apertura della partita Iva all’assistenza tramite ticket per i tuoi dubbi.

Ricordati, quando apri la partita Iva, sei obbligato a dichiarare i redditi percepiti con la dichiarazione dei redditi anche se non emetti fatture. In caso contrario è omessa dichiarazione e rischi di subire le sanzioni previste. Per questo motivo, offriamo il pacchetto Go che ti mette al riparo da questa spiacevole evenienza.

Se invece, preferisci aprire la partita Iva in regime forfettario e magari acquistare in un secondo momento la gestione in forfettario, ricordiamo necessaria per la presentazione della dichiarazione dei redditi, puoi acquistare il servizio di sola apertura della partita Iva.

Scegli l’inquadramento

Apri partita Iva professionista – 50 € + Iva

Apri partita Iva artigiano – 200 € + Iva *

Apri partita Iva commerciante – 229 € + Iva *

Apri una startup innovativa – 400 € + Iva

* Nel costo del servizio sono inclusi anche le spese di istruttoria ed i costi per bolli e diritti di segreteria CCIAA.
Puoi pagare come preferisci, Bonifico, Carta di Credito, Paypal, Satispay.

Come ti aiutiamo

Nella fase di start-up, ti assistiamo con la nostra consulenza a scegliere l’inquadramento migliore e ti  suggeriamo il regime fiscale più conveniente per le tue esigenze.
Vediamo in dettaglio in cosa consiste il nostro servizio per l’apertura della partita Iva.

Per il libero professionista

Ti indichiamo il codice ATECO più adatto per la tua attività, in base alle tue esigenze.
Se necessaria, ci occupiamo anche dell’iscrizione alla Gestione separata INPS, nei casi dove non esiste una Cassa Previdenziale ad hoc.

Per artigiani e commercianti

Nelle pratiche per l’apertura di una ditta individuale, sono comprese sia l’iscrizione in Camera di Commercio sia le comunicazioni di inizio attività verso il Comune.
Penseremo noi alla predisposizione della SCIA, Segnalazione Certificata di Inizio Attività, che deve essere trasmessa allo sportello SUAP del comune dove viene esercitata l’attività.

Se dovuta, effettueremo l’iscrizione all’INPS per la contribuzione da Artigiano o Commerciante e l’eventuale iscrizione all’INAIL.
In circa 10 giorni lavorativi, potrai avviare la tua attività senza fare nulla, penseremo a tutto noi.

Quando aprire una partita Iva

Innanzitutto, quando conviene aprire una partita Iva? E’ una domanda che ci sentiamo rivolgere spesso.
Non esiste un momento adatto o una regola generale per aprire una partita Iva.
Se accetti un consiglio, il momento perfetto per aprirla si verifica solo quando hai chiaro il tuo modello di business o ti si presenta una occasione di lavoro da cogliere al volo.

In questi caso, è inutile temporeggiare, rischiando che qualcuno realizzi il progetto al posto tuo.
Devi sapere, che la vita della tua partita Iva, sarà scandita da periodi d’imposta coincidenti con l’anno solare.
Significa che, se apri la partita Iva nel corso del 2019, per tale periodo d’imposta sarai chiamato ad assolvere alcuni adempimenti tributari entro il settembre 2020.

Come si apre una partita Iva

Vediamo quali sono i passi che devi prendere per aprire la partita Iva:

  1. devi classificarti correttamente con il codice di attività ATECO.
    Il codice Ateco è il codice che descrive succintamente la tua attività.
  2. devi compilare il modello AA9/12 se sei una impresa individuale oppure il modello AA7/10 se sei un soggetto diverso dalle persone fisiche.
    Andranno consegnati materialmente al front office dell’Agenzia delle Entrate;
  3. devi iscriverti alla CCIAA se sei un’impresa.
    L’iscrizione per un’impresa individuale viene fatta con il Modello I1, per un soggetto diverso dalle persone fisiche con Modello S5.
  4. devi curare attentamente l’inquadramento previdenziale, maggiori informazioni su questo punto le trovi nelle singole guide ai regimi fiscali.
  5. se aprirai attività come artigiano, devi iscriverti all’Inail.
    Anche qui operativamente, devi recarti all’ufficio competente per la tua provincia per ottenere la relativa modulistica;
  6. devi prendere la PEC (Posta Elettronica Certificata).

Se non sai cosa è il codice Ateco, non scoraggiarti.
E’ un codice che si articola in 5 livelli, con sei cifre fino a giungere al livello massimo di dettaglio comprendente 1.226 sottocategorie.
La struttura di classificazione è ad albero.

La classificazione è standardizzata a livello europeo fino alla quarta cifra, mentre le categorie e le sottocategorie possono differire tra i singoli Paesi per meglio cogliere le specificità nazionali.

Commercianti ed artigiani

Quando apri la partita Iva come commerciante, anche in caso di commercio online, dovrai pagare l’Inps alla Gestione Commercianti.
Se il tuo reddito (ricavi – costi) non arriva ad euro 15.878 € dovrai pagare un contributo obbligatorio annuo di euro 3.832,45 €.
In caso fosse più elevato di 15.878 , sul maggiore importo, dovrai pagare il 24,09%.

Quando apri la partita Iva come artigiano, dovrai pagare l’Inps alla Gestione Artigiani.
Se il tuo reddito (ricavi – costi) non arriva ad euro 15.548 € dovrai pagare un contributo obbligatorio annuo di euro 3.818,16 €.
In caso fosse più elevato di 15.548 €, sul maggiore importo, dovrai pagare il 24%.

E’ prevista una riduzione del 35% per coloro che hanno adottato il regime forfettario.

Professionisti

Nel caso di professionisti dove non esiste la cassa previdenziale, devi iscriverti all’Inps in una Gestione separata.
Potrebbe essere il caso di, assistenti virtuali, freelance, webcontent, amministratore di condominio tanto per citarne quattro.
Per l’anno 2019, i lavoratori autonomi titolari di partita Iva iscritti alla gestione separata Inps, vedranno applicata l’aliquota del 25,72% sui redditi.

Come puoi notare, con la gestione separata, non vi sono minimali come nel caso degli artigiani o commercianti.
Questo significa che che se prendi la partita Iva ed il tuo reddito sarà 1000 €, ai fini previdenziali, dovrai pagare circa 250 €.
Se appartieni alla gestione separata, hai il diritto ad applicare un quota di rivalsa sui tuoi committenti pari al 4%.
Facciamo un esempio per capire meglio.

Ogni volta che fatturi 100 € per un lavoro, procedi in questo modo:

100 € per il lavoro + 4% di rivalsa per gestione separata Inps.
Si, hai capito bene, diritto di rivalsa significa che oltre all’importo per la tua prestazione, hai diritto anche al 4% di Inps gestione separata.

Amazon Echo Show


Crea la casa intelligente con Echo Show si connette ad Alexa!
Echo Show
Audio di ottima qualità e brillante schermo HD da 10"

Richiedici preventivo

Il nostro staff è composto da commercialisti, richiedici un preventivo per la tua attività senza impegno.
Apertura partita Iva, Dichiarazione redditi, variazione dati alla CCIIA, aggiunta codice Ateco sono alcuni dei nostri servizi online.

Richiedi un preventivo

Professionisti con cassa previdenziale

Il professionista con la sua cassa previdenziale, come il geometra, ingegnere, architetto, perito industriale, avvocato ed altri, devi contattare immediatamente la tua cassa previdenziale e seguire le regole contributive da essa disciplinate. Ogni cassa previdenziale ha proprie regole sia negli adempimenti iniziali che annuali.

Obblighi fiscali da rispettare

Gli obblighi fiscali da rispettare cambiano a seconda del regime che hai scelto, in tutti i casi ricordati che sei obbligato a presentare la dichiarazione e versare imposte e contributi se previsti.
Consulta le nostre guide per capire a quale regime fiscale potresti appartenere e se hai dubbi sull’argomento, partita Iva come si apre e quanto costa, contattaci.

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.