Come compilare il modello unico nel regime forfettario

[Voti: 1 Media voto: 5]

come compilare il modello unico nel regime forfettario

Come compilare R modello Unico nel regime forfettario

Nonostante la contabilità agevolata non sarà semplice la compilazione del modello Unico per i contribuenti che hanno aderito al regime forfettario.
Sarà fondamentale la compilazione del Quadro RS.

Da quello che si evince con i chiarimenti della Circolare 10/E del 04 Aprile 2016, sarà necessario oltre a compilare il Quadro LM, relativo alle contabilità agevolate (Minimi e Forfettari) sarà necessario anche compilare un prospetto nel Quadro RS, denominato appunto “regime forfettario per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni – Obblighi informativi”.

Le informazioni richieste riguarderanno il tipo di attività svolta e le modalità. Andranno compilati i righi da RS374 a RS378 se si svolge attività d’impresa ed i righi da RS379 a RS381 se si svolge un’arte o una professione.

Il tuo commercialista a 269€

Gestione della contabilità, dichiarazione dei redditi, conservazione digitale, assistenza per ditte individuali e professionisti.

Devo aprire la partita IVA:
aprila gratis in regime forfettario con il nostro servizio! Maggiori info …

Ho già la partita IVA:
Se hai già una attività avviata passa con noi!
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Per gli esercenti attività d’impresa viene richiesto:

  •  il numero di giornate retribuite ai dipendenti;
  • il numero degli automezzi utilizzati nell’attività;
  • i costi sostenuti per l’acquisto di materie prime, sussidiarie, semilavorati e merci;
  • i costi sostenuti per godimento beni di terzi;
  • spese per l’acquisto di carburante degli automezzi.

Per i liberi professionisti viene richiesto:

  • il numero di giornate retribuite ai dipendenti
  • compensi corrisposti a terzi per prestazioni direttamente afferente l’attività professionale o artistica
  • consumi generali

Un ulteriore novità rispetto al regime dei minimi nasce in virtù del fatto che i forfettari, secondo la normativa, non possono assumere la figura di sostituto d’imposta e quindi non possono versare le ritenute d’acconto nei confronti dei professionisti. Le ritenute non pagate dovranno essere indicate nei righi RS371-RS372-RS373, insieme al codice fiscale del relativo professionista.

Con le informazioni reperite dalla Circolare 10/E dell’Agenzia delle Entrate, si ribadisce come anche per i contribuenti Forfettari sia importante conservare le fatture di acquisto, nonostante non siano rilevanti per la determinazione del reddito imponibile.

Sempre nel Quadro LM, al Rigo LM 21, devono essere indicate la sussistenza del rispetto dei requisiti di accesso al Regime Forfettario, nel dettaglio:

  • sussistenza requisiti di accesso regime (art. 1 comma 54)
  • assenze cause ostative applicazione regime (art. 1 comma 57)
  • nuova attività (art. 1 comma 65), utile per capire sell’imposta sostitutiva deve essere ridotta dal 15% al 5%.

E nel caso di ritenute applicate erroneamente?

Se sulle fatture è stata applicata per errore la ritenuta d’acconto, alla quale non è più possibile rimediare, è possibile recuperarla in due modi. Richiedere il rimborso tramite modello UNICO oppure inserirle nel quadro RS al rigo RS40Ritenute regime di vantaggio – casi particolari”. Con la seconda opzione sarà scalata direttamente sul saldo dell’imposta sostitutiva scaturita dal quadro LM.

In definitiva nonostante la normativa abbia introdotto un regime fortemente agevolato sia negli adempimenti che nella determinazione del reddito, la compilazione del modello Unico per il regime forfettario non è sicuramente semplice.

Capire il regime forfettario

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo di comprare questo libro. Il costo è irrisorio solo 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Giunto ormai alla quarta edizione, prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro. Visto il prezzo lo consigliamo senza riserve.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Come compilare il modello unico nel regime forfettario ultima modifica: 2016-04-08T16:12:49+00:00 da Staff

6 Comments

  1. ALESSANDRO 25 Febbraio 2017
    • Staff 27 Febbraio 2017
  2. Barbara 26 Giugno 2017
    • Staff 26 Giugno 2017
  3. Susy 12 Ottobre 2017
    • Staff 13 Ottobre 2017

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.