Regime forfettario per fotografi - www.regimeminimi.com

Regime forfettario per fotografi

[Voti: 53 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Regime forfettario per fotografi

Regime forfettario per fotografi

Sei un fotografo con Partita Iva e vuoi valutare se applicare il Regime Forfettario alla tua contabilità? Vuoi conoscere i vantaggi e le semplificazioni che il forfettario può offrirti?
In questa guida dedicata al regime forfettario per fotografi ci occupiamo di tutti gli aspetti fiscali più importanti che devi conoscere per decidere se fa al caso tuo.

Se i ricavi della tua partita IVA non superano i 65.000 € all’anno anche tu puoi adottare il regime forfettario.
Grazie alla aliquota dell’imposta sostitutiva al 15% o addirittura al 5% se in presenza di determinate requisiti è senza ombra di dubbio il regime fiscale più vantaggioso tra quelli disponibili.
Ovviamente devi essere in possesso dei requisiti richiesti che puoi consultare nella nostra guida al regime forfettario.

 RISPARMIA CON I NOSTRI PACCHETTI
Vuoi aprire la partita IVA gratis o cambiare commercialista? Contattaci ti aiutiamo a cercare la soluzione adatta alle tue necessità!

Guarda il listino prezzi

Caterina, servizio clienti
Caterina

Fotografi e regime forfettario

L’attività di fotografo rientra tra le attività disciplinate dalla L. 443/85, ossia la Legge Quadro per l’Artigianato e per svolgerla non è necessario possedere requisiti professionali particolari.
Quando hai avviato l’attività avrai senz’altro scelto quello che hai ritenuto più opportuno tra i vari codici Ateco disponibili.
La scelta è fondamentale perché ad ogni codice Ateco risulta associato un preciso coefficiente di redditività che serve  per determinare il reddito imponibile.

Di questo aspetto però ce ne occupiamo bene più avanti, adesso diamo uno sguardo ad i codici Ateco più comunemente scelti tra quelli a disposizione:

74.20.12 – attività di riprese aeree nel campo della fotografia
74.20.11 – attività di fotoreporter
74.20.19 – attività degli studi fotografici e attività di ripresa di ogni genere
74.20.20 – attività degli studi fotografici per lo sviluppo e stampa conto terzi

Come puoi vedere la scelta è molto ampia in modo da soddisfare le varie esigenze a seconda della prevalenza dell’attività che intendi svolgere.

Calcolo imposta fotografi in forfettario

Vediamo come determinare l’imposta sostitutiva quando si applica il regime forfettario alla propria attività.
Come già accennato si deve tener conto del coefficiente di redditività connesso al tipo di attività.
L’attività di fotografo prevede un coefficiente di redditività pari al 78% sia venga svolta come artigiano che come libero professionista.

Se applichiamo il coefficiente di redditività ai ricavi totali si calcola quello che viene definito reddito imponibile lordo.
Quando deduciamo i contributi previdenziali obbligatori otterremo quello che invece si chiama reddito imponibile netto.
A questo punto per determinare l’imposta sostitutiva da versare basta applicare il 15% o il 5% a seconda dei casi al reddito imponibile netto.

Chiariamo meglio con un semplicissimo esempio.
Andrea è un fotografo e decide di adottare il regime forfettario per la sua attività.
Ovviamente è sottinteso che possiede i requisiti richiesti dalla legge per adottarlo durante il corrente anno fiscale.
Vediamo la sua situazione e calcoliamoci l’imposta che dovrà versare:

Ricavi: € 20.000
Coefficiente di redditività: 78%
Contributi versati nell’anno precedente: € 3950
Reddito imponibile lordo: € 15.600 (20.000 x 78%)
Reddito imponibile netto: € 11.650 (15.600 – 3.950)
Imposta sostitutiva da versare: € 1.747,5 (11.650 x 15%).

Contributi INPS fotografi in forfettario

Abbiamo visto come calcolare l’imposta sostitutiva per i fotografi che intendono applicare il regime forfettario alla propria partita IVA.
Adesso occupiamoci degli aspetti previdenziali della professione.

Come ben saprai generalmente quest’attività è svolta come artigiano che prevede il versamento dei contributi previdenziali con un minimale fisso.
L’ammontare del contributo annuale fisso è di 3.836,16 € fino al reddito minimale di 15.953 €.
Quindi anche se non avrai percepito nessun ricavo dall’attività sei obbligato a versare 3.836,16mediante 4 rate trimestrali.
Sopra la soglia dei 15.953 € reddito si applica un’aliquota pari a circa il 24% sulla quota eccedente.

Gestione Artigiani

Con riferimento all’esempio precedente Andrea se è iscritto alla CCIAA si troverà in questa situazione:

Ricavi attività: € 20.000
Coefficiente di redditività: 78%
Reddito imponibile: € 15.600 (20.000 x 78%)
Contributi Fissi Artigiani: € 3.836,16
Contributi oltre il reddito minimale: nessuno

Gestione Separata INPS

Nel caso invece che hai una posizione come libero professionista sarai iscritto alla Gestione Separata INPS e dovrai versare il 25,72% di contribuzione calcolato sul reddito imponibile senza nessun minimale annuale.

Se invece Andrea è un libero professionista ci troveremo di fronte ad uno scenario diverso dal precedente:

Ricavi attività: € 20.000
Coefficiente di redditività: 78%
Reddito imponibile: € 15.600 (20.000 x 78%)
Contributi Gestione Separata: € 4.012,32

In questo caso ricordati però che i contributi non prevedono un minimo annuo.

Gestione Forfettario per i fotografi

Se vuoi iniziare l’attività di fotografo o vuoi cambiare il tuo commercialista abbiamo la soluzione per te Gestione Forfettario.
Ci occuperemo della tua contabilità, di tutti gli adempimenti fiscali ed avrai un consulente dedicato per un anno!

Scopri Gestione Forfettario

Aprire la Partita IVA o cambiare commercialista?

1. Richiedi consulenza gratuita
2. Ti chiamiamo per spiegarti quale partita IVA è adatta ed il nostro servizio
3. Dopo la tua conferma, attiviamo la tua Partita IVA o l'abbonamento in 24 ore

    Acconsento al trattamento dati

    Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

    Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
    Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
    E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

    Amazon Echo Show


    La casa intelligente con Echo Show Echo Show si connette ad Alexa
    Noi lo utilizziamo nei nostri uffici!

     

    Aiutaci a migliorare il servizio

    Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

    Inserisci un commento

    Avviso ai lettori: verranno pubblicati solo i commenti in tema al titolo della pagina per chiarimenti sui contenuti pubblicati. Se hai necessità di consulenze personali usa il servizio di assistenza. Leggi la pagina maggiori informazioni su come inserire un commento.