Vendita fotografie tramite siti esteri

[Voti: 1 Media voto: 5]

Vendita fotografie tramite siti esteri

Un nostro lettore Carlo di Pisa, ci ha inviato una richiesta chiedendo informazioni sulla vendita fotografie tramite siti esteri.
Se hai domande relative a questo argomento, puoi inserire un commento alla fine della pagina.
Per chiarimenti su altri argomenti, richiedi una consulenza gratuita ai nostri esperti oppure se preferisci la forma riservata acquista una consulenza standard o prioritaria a seconda delle tue esigenze.

Vendita fotografie tramite siti esteri

Sto vendendo delle fotografie (solamente i files) tramite delle agenzie di Stock (microstock/macrostock) con sedi in varie parti del mondo, nessuna in Italia.
Funziona così: io mando a loro i files delle mie foto, loro le inseriscono nel proprio database (gratuitamente per me) ed i clienti le possono acquistare pagando a loro, e loro, dopo aver trattenuto una percentuale, mi pagano.

Io non ho una sede dove lavoro, mi basta una macchina fotografica ed un PC.

Come comportarsi con il fisco Italiano?
E’ necessaria la partita IVA e tutto ciò che le sta intorno?

Grazie

Cordiale Saluti

Carlo – Pisa

Amazon Echo Show


Crea la casa intelligente con Echo Show si connette ad Alexa!
Echo Show
Audio di ottima qualità e brillante schermo HD da 10"

Richiedici preventivo

Il nostro staff è composto da commercialisti, richiedici un preventivo per la tua attività senza impegno.
Apertura partita Iva, Dichiarazione redditi, variazione dati alla CCIIA, aggiunta codice Ateco sono alcuni dei nostri servizi online.

Richiedi un preventivo

La nostra risposta a Carlo

Buongiorno Carlo, grazie per la tua domanda sulla sulla vendita fotografie tramite siti esteri.
Se l’attività viene svolta con continuazione e regolarità nel tempo, sarà necessario aprire la partita Iva anche se gli incassi sono inferiori ai 5.000€.

Al contrario se l’attività è svolta occasionalmente non sei tenuto all’apertura della partita iva.
Qualora fosse necessaria l’apertura della partita Iva, potrai applicare il regime forfettario, con aliquota ridotta al 5% per i primi 5 anni.

Un codice Ateco da prendere in considerazione, sarà sicuramente il 74.20.19 “Altre attività di riprese fotografiche”.
Potrai essere inquadrato come libero professionista iscritto alla gestione separata INPS.

La gestione separata INPS permette di pagare i contributi in percentuale, in base ai redditi prodotti.
Sia le tasse che i contributi saranno calcolati sul 78% dei tuoi ricavi.

Esempio:

Ricavi annuali di 10.000€.
Tasse e contributi saranno calcolate su 7.800€, ovvero il 78% di 10.000€.
Inoltre nel regime forfettario avrai un limite annuale di ricavi di 30.000€.
Per maggiori approfondimenti sul regime forfettario potrai dare una lettura al nostro blog.

Cordiali saluti

Lo Staff di regimeminimi.com

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.