Rivalsa INPS 4% e IVA in fattura

[Voti: 6 Media voto: 5]

Rivalsa INPS 4% e IVA in fattura

Un nostro lettore Fabrizio di Firenze, ci ha inviato una richiesta chiedendo informazioni sulla rivalsa INPS 4% e IVA in fattura.
Se hai domande relative a questo argomento, puoi inserire un commento alla fine della pagina.
Per chiarimenti su altri argomenti, richiedi una consulenza gratuita ai nostri esperti oppure se preferisci la forma riservata acquista una consulenza standard o prioritaria a seconda delle tue esigenze.

Rivalsa INPS 4% e IVA in fattura

Salve, ho aperto da poche settimane la mia attività da libero professionista e il mio codice ATECO rientra nel settore “Altre attività lavorative”.
Appartengo al regime forfettario e sto iniziando ad emettere fatture.

Volevo sapere se la voce “Rivalsa 4% INPS” è una delle voci obbligatorie da mettere nella fattura o se la potevo emettere.
Inoltre, dato che alcuni clienti mi hanno chiesto come mai non c’è l’IVA in fattura, volevo sapere se potevo aggiungere una voce “IVA 0%” nella fattura oltre alla postilla a piè di pagina “Prestazione svolta in franchigia da IVA ai sensi dell’art 1, commi da 54 a 89, della legge 190 del 23/12/2014 – Regime forfettario.

Il compenso non è soggetto a ritenuta d’acconto ai sensi della legge 190 del 23/12/2014 art 1 comma 67” che metto sempre.
Grazie.

Fabrizio – Firenze

Amazon Echo Show


Crea la casa intelligente con Echo Show si connette ad Alexa!
Echo Show
Audio di ottima qualità e brillante schermo HD da 10"

Richiedici preventivo

Il nostro staff è composto da commercialisti, richiedici un preventivo per la tua attività senza impegno.
Apertura partita Iva, Dichiarazione redditi, variazione dati alla CCIIA, aggiunta codice Ateco sono alcuni dei nostri servizi online.

Richiedi un preventivo

La nostra risposta a Fabrizio

Buongiorno Fabrizio, grazie per la tua domanda sulla rivalsa INPS 4% e IVA in fattura.
La rivalsa INPS del 4% è un diritto che viene concesso a tutti i professionisti iscritti alla gestione separata.

Permette al professionista di maggiorare il proprio compenso del 4%.
Come specificato però dalla circolare INPS n° 112 del 25 maggio 1996, la rivalsa è un opzione e non un obbligo, quindi il contribuente può decidere se applicarla o meno.
Ricordiamo che la rivalsa INPS, a differenza del contributo integrativo delle casse professionali, concorre a formare il reddito imponibile, ovvero il totale dei componenti positivi da riportare in dichiarazione dei redditi.

Quindi nel caso di applicazione del regime forfettario, il 4% di rivalsa INPS dovrà essere conteggiato anche per il rispetto del limite di ricavi di 30.000€.
Per quanto riguarda invece l’annotazione della voce Iva 0% in fattura, a nostro parere non ci sono prese di posizione da parte dell’amministrazione finanziaria che ostacolano l’applicazione di questa voce.

Infatti molti gestionali di generazione delle fatture, associano al regime dei minimi e al regime forfettario, l’indicazione della voce Iva 0%.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

4 Comments

  1. Avatar Sonia 16 Gennaio 2018
    • Sysadmin Staff 16 Gennaio 2018
  2. Avatar Paolo 10 Aprile 2018
    • Sysadmin Staff 11 Aprile 2018

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.