STS per infermieri psicologi e veterinari

[Voti: 2 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > STS per infermieri psicologi e veterinari

sts per infermieri psicologi veterinari

Uno degli sforzi più complessi che il sistema fiscale italiano prova a superare riguarda i dati da inserire in automatico nella dichiarazione precompilata 2017.
Proprio la nuova scadenza del 31 Gennaio 2017 presenta novità di non poco conto per la categoria di infermieri, psicologi e veterinari.
Infatti il Dm del 16 settembre, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 26 settembre, detta le regole tecniche per estendere a nuovi soggetti l’obbligo di trasmissione dei dati al sistema di Tessera Sanitaria.

Proviamo a vedere cosa comporta questo STS per infermieri psicologi e veterinari e ricorda che per eventuali domande puoi scrivere un commento o contattarci tramite il canale che preferisci. Molto probabilmente se eserciti una di queste professioni potresti aver bisogno di assistenza la nostra struttura è in grado di assolvere questo compito e contemporaneamente di farti risparmiare veramente molto per tutte le incombenze fiscali necessarie per la tua attività.

Legge di Bilancio 2019
Probabilmente nella Legge di Stabilità 2019 sarà implementata la cosiddetta flat tax per il regime forfettario e dei minimi. Nella versione in esame al Parlamento risultano aumentate la soglie del reddito dagli attuali 30.000 euro ai 65.000 euro con aliquote del 15% (5% per i primi 5 anni). Ti invitiamo a tornare sul nostro blog per ulteriori novità.
Vuoi aprire la Partita IVA in regime forfettario?

Aprila gratis con il nostro servizio Go!
Scegli il profilo: GO Professionista - GO Artigiano - GO Commerciante

Hai già la partita Iva?

Siamo specializzati in regime forfettario e regime dei minimi, per questo motivo ti offriamo il prezzo migliore!

Contabilità e dichiarazione in forfettario: 269 €
Contabilità e dichiarazione nei minimi: 269 €

La comunicazione delle spese sanitarie nel 2015

Nella dichiarazione precompilata dell’anno 2015 erano compresi sia i dati delle ricette (elettroniche e cartacee) recanti prescrizioni di farmaci a carico del servizio sanitario nazionale sia i dati delle spese sostenute presso alcuni operatori sanitari.
Quest’ultima comprende:

  • le aziende sanitarie locali;
  • le aziende ospedaliere;
  • gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico i policlinici universitari;
  • le farmacie, pubbliche e private;
  • i presidi di specialistica ambulatoriale (poliambulatori) le strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa (ad esempio ortopedie e sanitarie);
  • gli altri presidi e strutture accreditati per l’erogazione dei servizi sanitari;
  • gli iscritti all’Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri.

Dall’elenco di cui sopra si capisce che non vi sono comprese tutte le prestazioni sanitarie di cui la normativa fiscale consente la deduzione o la detrazione.

Differenza tra deduzione e detrazione

Per i neofiti della normativa fiscale ricordiamo la differenza tra deduzione e detrazione.
Un costo è deducibile se l’importo è decurtato dal reddito fiscale lordo.
Un costo è detraibile quando invece una sua percentuale è direttamente decurtabile dall’imposta lorda.

Le spese sanitarie sono solitamente spese detraibile. La legislazione fiscale attuale permette una detrazione per una percentuale del 19%.
Come accennato sopra vi sono poi spese che danno diritto alla detrazione od alla deduzione ma non vengono acquisite in automatico, perché fatte presso soggetti che non sono obbligati alla trasmissione. Fino ai dati inerenti il periodo d’imposta 2015, non erano tenuti alla trasmissione i professionisti sanitari diversi dal medico e dall’odontoiatra (dentista), e gli altri operatori privati come gli ottici e ottometristi, le parafarmacie e le altre strutture sanitarie non accreditate.

La comunicazione al STS da parte di infermieri, psicologi, veterinari

Dal periodo d’imposta 2016 altre figure professionali sono interessati dalla comunicazione al STS.
Le figure professionali interessati sono:

  1. i veterinari;
  2. gli psicologi;
  3. gli infermieri;
  4. ostetrici;
  5. tecnici di radiologia.

Ti ricordiamo non solo i professionisti sono tenuti a trasmettere dati separati per l’acquisto dei medicinali.
Infatti anche gli esercizi commerciali in possesso dell’identificazione per la tracciabilità del farmaco e che vendono farmaci non soggetti a prescrizione sono tenuti a farlo.
L’acquisto di medicinali comprende anche quelli omeopatici e veterinari, dispositivi medici con marcatura Ce, servizi sanitari, assistenza protesi a ed integrativa ed altre spese sanitarie detraibili o deducibili.
Nello specifico gli esercenti l’arte ausiliaria di ottico dovranno trasmettere i dati di vendita dei dispositivi medici marcati Ce e di altre spese detraibili.

La scadenza per questa comunicazione è fissata al 31 Gennaio 2017.

La comunicazione al STS

La comunicazione al STS delle categorie indicate può essere effettuate con due modalità:

  1. con credenziali direttamente in possesso del soggetto obbligato alle comunicazioni;
  2. con delega all’intermediario fiscale.

I soggetti obbligati, che l’adempimento sia diretto o per delega al commercialista, devono trasmettere i dati riportati sul documento fiscale rilasciato al cliente, contenente:

  • nome e cognome del cliente;
  • codice fiscale del cliente riportato sulla tessera sanitaria;
  • numero e data del documento;
  • data di riscossione;

Anche per le spese oggetto dei nuovi obblighi di trasmissione, il cittadino potrà avvalersi della facoltà di opporsi alla comunicazione. (per il 2016 anche per categorie aggregate)
Il trattamento dovrà rispettare le norme in materia di privacy.

In Evidenza

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Fattura elettronica

Sei preoccupato dall’obbligo della fattura elettronica?
Grazie al nostro servizio inviare e ricevere fatture sarà semplice!
Ti forniamo assistenza specialistica con un servizio Chiavi in Mano a norma di legge. Contattaci per ulteriori informazioni.

Risparmia con il regime forfettario

Il Regime Forfettario è vantaggioso e ti permette di risparmiare sulle tasse.
Siamo specializzati in regime forfettario e regime dei minimi e per questo motivo possiamo offrirti il prezzo migliore sul mercato!
Contabilità e dichiarazione in Regime Forfettario269 €
Contabilità e dichiarazione Regime dei Minimi269 €

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

STS per infermieri psicologi e veterinari ultima modifica: 2017-01-10T22:08:26+00:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.