Subentro impresa individuale

[Voti: 3 Media voto: 5]

subentro impresa individuale

Un nostro lettore Vincenzo di Cremona ci chiede maggiori informazioni in merito a subentro impresa individuale.
Ti invitiamo a scrivere nei commenti se anche tu hai domande relative a questo argomento.
Se hai un argomento di tuo interesse richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti.

Subentro impresa individuale

Salve, vorrei chiedere informazioni per poter procedere al subentro nell’impresa individuale di mia moglie.
Sono un lavoratore dipendente, tempo pieno e indeterminato, 36 ore settimanali, reddito annuo lordo € 25.000.
L’attività attualmente gestita da mia moglie è una pizzeria d’asporto rientrante nel regime forfettario.
Subentrerei nell’impresa continuando l’attuale attività di lavoratore dipendente, che sarebbe prevalente rispetto all’attività d’impresa per evitare la doppia contribuzione Inps.
Nominerei infine mia moglie preposto per l’attività di somministrazione di alimenti.
Grazie.

Vincenzo – Cremona

Amazon Echo Show


Crea la casa intelligente con Echo Show si connette ad Alexa!
Echo Show
Audio di ottima qualità e brillante schermo HD da 10"

Richiedici preventivo

Il nostro staff è composto da commercialisti, richiedici un preventivo per la tua attività senza impegno.
Apertura partita Iva, Dichiarazione redditi, variazione dati alla CCIIA, aggiunta codice Ateco sono alcuni dei nostri servizi online.

Richiedi un preventivo

La nostra risposta a Vincenzo

Ciao Vincenzo e grazie per la tua domanda relativa su subentro impresa individuale, l’argomento è molto interessante perchè tocca alcune questioni che è bene analizzare separatamente.
Partiamo dal subentro nell’impresa individuale del coniuge.
Il passaggio dell’azienda comporta la stipula di contratto con firma autentica notarile e relative problematiche inerenti alla valutazione della stessa con ripercussioni fiscali non banali.

Preso atto che il passaggio è tra coniugi e presumibilmente non monetizzato potresti prendere in considerazione la mera chiusura dell’attività e la immediata riapertura a tuo nome.
Quest’ultima soluzione deve essere comunque valutata attentamente soprattutto per le conseguenze relative agli eventuali contratti in essere (utenze, contratto di locazione, dipendenti etc…).

Analizziamo adesso i requisiti fiscali per accedere al regime forfettario.
Se, da come hai scritto, il tuo reddito da lavoro dipendente è inferiore ai 30.000€ annui, potrai applicare il regime forfettario, ferma restando la necesssità di verificare che durante la precedente gestione al 31/12/2016 siano stati rispettati tutti i requisiti di applicazione del regime forfettario, come il rispetto del:

  • limite di fatturato;
  • limite di 5.000 euro per i compensi a lavoratori subordinati;
  • limite di 20.000 euro di valore dei beni strumentali.

Infine verifichiamo gli aspetti previdenziali dell’operazione di subentro.

Per questo aspetto concordiamo con quanto da te affermato, ovvero che avendo contemporaneamente un lavoro da dipendente prevalente e quindi una posizione previdenziale obbligatoria già in essere, non sarà necessario versare ulteriori contributi per l’attività imprenditoriale.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

2 Comments

  1. Avatar Vincenzo 10 Maggio 2017
    • Sysadmin Staff 12 Maggio 2017

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.