Vendere banner sul proprio blog

[Voti: 2 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Marketing > Vendere banner sul proprio blog

vendere banner sul proprio blog

Oggi affrontiamo un argomento che riguarda molto da vicino la maggior parte dei blog che popolano le SERP dei vari motori di ricerca.
Quando scriviamo una qualsiasi query di ricerca su Google, nei risultati è probabile che ci venga proposta una lista blog tematici attinenti alla chiave di ricerca.

Spesso sono blog creati e realizzati grazie ad iniziative individuali. Ma è altrettanto frequente imbattersi in progetti creati e gestiti da media agency anche molto importanti.
Non hai ancora indovinato qual’è l’argomento di oggi? La vendita degli spazi pubblicitari all’interno dei blog.

Una delle possibilità che Internet ci mette a disposizione è appunto quella di vendere banner sul proprio blog sia in modo diretto sia attraverso network pubblicitari.
Il sogno di ogni webmaster è guadagnare monetizzando attraverso il proprio website, magari assegnando i propri spazi pubblicitari ad inserzionisti prestigiosi ed importanti.

Legge di Bilancio 2019
Probabilmente nella Legge di Stabilità 2019 sarà implementata la cosiddetta flat tax per il regime forfettario e dei minimi. Nella versione in esame al Parlamento risultano aumentate la soglie del reddito dagli attuali 30.000 euro ai 65.000 euro con aliquote del 15% (5% per i primi 5 anni). Ti invitiamo a tornare sul nostro blog per ulteriori novità.
Vuoi aprire la Partita IVA in regime forfettario?

Aprila gratis con il nostro servizio Go!
Scegli il profilo: GO Professionista - GO Artigiano - GO Commerciante

Hai già la partita Iva?

Siamo specializzati in regime forfettario e regime dei minimi, per questo motivo ti offriamo il prezzo migliore!

Contabilità e dichiarazione in forfettario: 269 €
Contabilità e dichiarazione nei minimi: 269 €

Lo scenario reale

Guadagnare attraverso il proprio blog è uno degli obiettivi principali di chi si avvicina a questo mondo anche per la prima volta.
Detto tra noi per certi aspetti lo ritengo anche un approccio corretto se inquadriamo la questione da un certo punto di vista.

E’ scontato che vendere banner sul proprio blog sia la prima cosa che può venirci in mente, ma attenzione non è la sola possibilità ne esistono altre che affronteremo in altri contributi. A volte si può, si deve o conviene rinunciare del tutto ai banner a vantaggio di altre tecniche per ricavare denaro.

Personalmente non amo i banner e non li ho mai amati troppo; nemmeno quando moltissimi anni fa ho iniziato a muovere i primi passi su Internet ed erano molto di moda.

Oggi però ritengo che in determinati contesti possono ancora rappresentare una buona soluzione per monetizzare o per mettere in atto una particolare strategia marketing. Di quest’ultimo aspetto magari ce ne occuperemo in un altra occasione.

Ho scritto questo breve contributo con l’intento di fornire una base di partenza per alcuni nostri clienti, perché desiderosi di poter fare scelte mirate e strategiche per i loro progetti web.
L’idea comune è stata che in questo modo il confronto e l’approfondimento delle tematiche con il sottoscritto in forma privata sarebbe risultato più agevole.

Mi auguro che queste considerazioni possano risultare anche di tuo interesse.
Vediamo quindi di mantenere un approccio molto semplice, diretto e soprattutto pratico.

AdSense oppure vendita diretta?

La domanda che tutti mi rivolgono è proprio questa: meglio vendere direttamente oppure affidarsi ad un network?
La risposta ovviamente non è cosi scontata, sono molte le variabili da considerare per una scelta ponderata ed efficace.
Vediamo di fare qualche considerazione per schiarirci le idee.

Nel caso sul blog siano presenti aree adibite a spazi pubblicitari una delle decisioni che il gestore del blog si trova ad affrontare è la seguente:

venderli direttamente oppure affidarsi a network specializzati nella gestione dell’advertising?

Secondo il mio punto di vista la risposta non può essere di tipo generalistico, ma va trovata facendo una serie di considerazioni che ogni volta cambieranno a seconda della situazione.
Aree tematiche, numero di visitatori e target degli stessi, numero di pagine viste solo per citare i primi tre criteri che dovranno forzatamente condizionare la scelta.

Ho volutamente nominato AdSense nel sottotitolo perché probabilmente è il sistema di advertising oggi più conosciuto ed utilizzato.
Ma attenzione i banner possono essere venduti anche direttamente cercando gli inserzionisti in modo autonomo.

Come realizzare questo in modo semplice e veloce?
Ad esempio attraverso una pagina del nostro sito web denominata ad pubblicità.

La vendita diretta

Nel caso si scelga la strada della vendita diretta dei propri spazi pubblicitari è implicito che occorre una partita Iva subito perchè occorrerà emettere fattura per la somma percepita.

Dovrai porre molta attenzione perché la gestione di tutto sarà completamente a tuo carico e decisamente più impegnativo.
Dalla ricerca di possibili inserzionisti interessati, alla gestione tecnica di una campagna, fino alla sua chiusura.
Dovrai occuparti della attivazione e del caricamento di nuovi banner, fino alla modifica di quelli esistenti.

Come ti dicevo prima dovrai predisporre una apposta pagina pubblicità per essere contattato dei potenziali inserzionisti.
Dovrai descrivere e fornire agli inserzionisti le caratteristiche fondamentali e principali del tuo sito / blog.

Dovrai mettere in evidenza alcuni aspetti importanti come la tipologia di contenuti, i dati statistici dei visitatori, le possibili opportunità di posizionamento e il formato dei banner disponibili solo per citare le cose più importanti.

Potresti anche esporre pubblicamente il listino dei prezzi che magari terrà conto della posizione o di altri parametri che dovrai definire.
Attenzione ad un altro aspetto, la vendita in autonomia di banner all’interno del nostro blog non è detto che rappresenti la scelta migliore.

In alternativa difatti si possono inserire banner di circuiti pubblicitari gestiti da grossi network oppure facenti parte del circuito di Google AdSense.
Un altra strada è rappresentata dai cosiddetti programmi di affiliazione che tratteremo in un altro nostro articolo.

Network pubblicitari esterni

Se invece lo spazio pubblicitario verrà riempito da banner tipo AdSense o similari, dovrai preoccuparti solo di inserire il codice di generazione e poi non dovrai più preoccuparti di niente. Sarà il sistema di Google o dell’altro gestore che si occuperà della scelta degli inserzionisti e dei banner o annunci da proporre all’interno delle tue pagine.

Ognuna delle due strade presenta pro e contro, ma è indubbio che la seconda rappresenti un metodo decisamente più semplice per cercare di monetizzare grazie alle pagine del tuo blog.

La ricerca dei clienti

Se sul nostro blog abbiamo previsto la pagina pubblicità è sottinteso che prima o poi ci aspetteremo che qualche inserzionista si faccia vivo per richiederci informazioni o per commissionarci una bella campagna pubblicitaria.

Nel caso non arrivasse nessuna richiesta non scoraggiarti, prendi l’iniziativa e muoviti tu per andare a cercarli, vediamo insieme come.
Esistono alcuni siti dedicati a questo scopo, preferisco non indicarteli al momento, prova a fare uno sforzo e cercarli con Google vedrai che sarà semplice trovarli.
Aderendo a tali circuiti potrai inserire i loro banner riservandoti la possibilità di sostituirli anche in modo temporaneo nel caso arrivasse una richiesta diretta.

Non dimenticarti che la promozione di un tuo prodotto o servizio può spesso essere più redditizio e strategicamente più corretto dell’esposizione di un banner a pagamento. Ben venga l’autopromozione anche all’interno dei tuoi spazi pubblicitari al posto dei banner o degli annunci di inserzionisti esterni.

I prezzi dei banner

La scelta dei prezzi da applicare per la vendita degli spazi pubblicitari è un capitolo a parte.
Rappresenta senza ombra di dubbio un aspetto importante ma molto soggettivo che preferisco evitare di affrontare in questo contesto per evitare di sovraccaricare questo spazio introduttivo.

Sicuramente un metodo per mettere a punto la propria offerta consiste nello studiare con attenzione i competitors ed effettuare ricerche mirate su cosa offre il mercato.
Ti consiglio quindi di tenere sott’occhio siti simili al tuo e di contattare circuiti e network che si occupano della vendita di questo tipo di servizi.

Una raccomandazione finale, non riempire il tuo sito di banner o annunci pubblicitari e soprattutto fai in modo che la pubblicità non sia troppo invasiva agli occhi dei tuoi lettori.
Io personalmente non ho mai sopportato di essere tempestato di richieste e di finestre che si aprono quando entro in un sito che mi propongono di iscrivermi a newsletter o ad altri servizi.

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Fattura elettronica

Sei preoccupato dall’obbligo della fattura elettronica?
Grazie al nostro servizio inviare e ricevere fatture sarà semplice!
Ti forniamo assistenza specialistica con un servizio Chiavi in Mano a norma di legge. Contattaci per ulteriori informazioni.

Risparmia con il regime forfettario

Il Regime Forfettario è vantaggioso e ti permette di risparmiare sulle tasse.
Siamo specializzati in regime forfettario e regime dei minimi e per questo motivo possiamo offrirti il prezzo migliore sul mercato!
Contabilità e dichiarazione in Regime Forfettario269 €
Contabilità e dichiarazione Regime dei Minimi269 €

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Vendere banner sul proprio blog ultima modifica: 2017-06-27T01:33:17+00:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.