Cessioni e acquisti intracomunitari

[Voti: 1 Media voto: 5]

cessioni ed acquisti intracomunitari

Cessioni ed acquisti intracomunitari come comportarsi

Oggi parliamo di come comportarsi con le cessioni ed acquisti intracomunitari quando siamo nel regime fiscale dei minimi.
Per quanto riguarda gli acquisti sia di beni che di servizi deve essere considerata come base normativa la circolare 35/E del 2010.

ACQUISTI DI BENI INTRACOMUNITARI

L’operatore minimo italiano che effettua un acquisto intracomunitario di beni integra la fattura ricevuta dal cedente estero con l’indicazione dell’aliquota e dell’imposta, non esercita il diritto a detrazione e compila l’elenco riepilogativo degli acquisti intracomunitari (INTRASTAT).

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

ACQUISTI DI SERVIZI INTRACOMUNITARI

L’operatore minimo italiano che effettua acquisti di servizi presso un soggetto passivo d’imposta di altro Stato membro, può applicare gli stessi principi previsti per gli acquisti intracomunitari di beni.

Pertanto, si deve integrare la fattura ricevuta dal cedente estero con l’indicazione dell’aliquota e dell’imposta, non esercitando il diritto alla detrazione ma compilando l’elenco riepilogativo dei servizi ricevuti.

CESSIONI DI BENI INTRACOMUNITARI

Per quanto riguarda invece le cessioni di beni intracomunitarie: il contribuente minimo non esercita un’operazione intracomunitaria ma nazionale, per la quale non è necessaria l’applicazione dell’Iva in fattura, riportando la dicitura del regime dei minimi.

Non trattandosi di operazione intracomunitaria non sarà necessaria la presentazione dell’elenco INTRASTAT e l’iscrizione al VIES.

PRESTAZIONI DI SERVIZI INTRACOMUNITARI

Infine per quanto riguarda le prestazioni di servizi rese ad operatori intracomunitari, secondo l’importante aggiornamento del 28 Agosto 2015 si seguono le normative indicate nella Circolare 75E/2015, dove viene indicato che le operazioni dovranno essere considerate intracomunitarie, ovvero effettuate secondo il regime di reverse charge, dove è necessaria l’iscrizione al Vies e la presentazione dell’elenco INTRASTAT.

(vedi anche Territorialità IVA: la nuova disciplina per i contribuenti minimi)

Approfondimenti sui temi trattati

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo l'acquisto di questo libro. Il costo è di soli 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro.

Se finalmente hai deciso di aprire una startup innovativa, o vuoi avere una serie di spunti per creare un nuovo lavoro, ti segnaliamo alcuni libri veramente interessanti e pieni di spunti ed idee.

Startup digitali & PMI innovative, analizza la situazione degli imprenditori in Italia, 8 su 10 falliscono entro i primi 18 mesi. Il libro analizza le differenze tra chi riesce e chi fallisce, ed aiuta manager e imprenditori a vincere.
Raccoglie tecniche, strategie, case history di chi ha fatto successo. Gli autori, imprenditori di se stessi hanno una esperienza ventennale ed hanno inserito le loro conoscenze e competenze. Consigliato.

Startup. Sogna, credici, realizza. Dall'idea al successo è scritto da quattro giornalisti che ogni giorno si confrontano con queste tematiche, è una guida essenziale per chi vuole creare una startup. I dieci capitoli del libro, sono veramente interessanti e contiene le interviste esclusive ai founder di startup mondiali, da Airbnb a Candy Crush.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Cessioni e acquisti intracomunitari ultima modifica: 2016-11-11T16:46:45+02:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.