Commercio elettronico diretto o e-commerce diretto

[Voti: 1 Media voto: 5]

commercio elettronico diretto e-commerce diretto

Quando decidiamo di aprire un attività online, è di fondamentale importanza conoscere tutti gli aspetti normativi e fiscali.
L’argomento di oggi, riguarda uno degli aspetti fiscali che devi conoscere se vuoi avviare una attività di commercio elettronico.
Ricordiamo che, il commercio elettronico, detto anche e-commerce, è una forma di commercio che si svolge online, tramite un sito web.

Vediamo in sintesi aspetti più importanti sul commercio elettronico diretto o e-commerce diretto, rimandandoti all’altro articolo, commercio elettronico indiretto, per l’altra modalità di e-commerce.

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

Il commercio elettronico diretto o e-commerce diretto

Nel commercio elettronico diretto o e-commerce diretto, la vendita e la consegna del bene, avviene unicamente in via telematica, che si realizza attraverso i prodotti virtuali.
Vediamo subito, qualche esempio di prodotti virtuali.

Un software, delle immagini, file musicali, film e molti altri, vengono acquistati dall’acquirente sotto forma virtuale ed arrivano a destinazione tramite download.
La normativa fa riferimento al Regolamento UE 282/2011 articolo 7 comma 1.

Secondo tale articolo, i servizi prestati tramite mezzi elettronici comprendono i servizi forniti attraverso Internet o una rete elettronica, la cui natura rende la prestazione essenzialmente automatizzata, corredata da un intervento umano minimo e impossibile da garantire in assenza della tecnologia dell’informazione.

In base all’allegato del regolamento di esecuzione sopra citato, rientrano molte tipologie di servizi.
L’elenco completo, puoi consultarlo online nel Regolamento UE 282/2011.

Ne citiamo solo alcune come esempio, fornitura di software e aggiornamenti, fornitura di siti web, web hosting, fornitura di immagini, musica, film, giochi, servizi di insegnamento a distanza e molti altri.

Le modifiche del gennaio 2015

È noto che dal primo gennaio 2015, siano state introdotte modifiche rilevanti per quanto riguarda la disciplina Iva delle operazioni nell’e-commerce.
La novella normativa ha introdotto in calce al comma 1 dell’art. 22 del d.P.R. n.633/72 il numero 6-ter.
Ne deriva che l’emissione della fattura non è obbligatoria per le prestazioni di servizi di telecomunicazione, di servizi di teleradiodiffusione e di servizi elettronici resi a committenti che agiscono al di fuori dell’esercizio d’impresa, arte o professione.

Dal 1 gennaio 2015 le prestazioni di commercio elettronico diretto rese a committenti che agiscono al di fuori dell’esercizio d’impresa, ossia il modello B2C, non sono soggette all’obbligo di fatturazione.

L’emissione della fattura, diventa obbligatoria, solo nel caso in cui sia espressamente richiesta dal cliente al momento dell’operazione.
Questa semplificazione è perfettamente in linea con l’indirizzo della Commissione Europea.

La stessa, ha raccomandato agli stati membri di esonerare dall’obbligo di emissione della fattura nei casi di prestazioni di servizi relative al commercio elettronico diretto che rientrano in ambito di applicazione del MOSS. Il MOSS, il Mini One Stop Shop, è un regime speciale che permette di dichiarare e versare l’imposta dovuta per le prestazioni verso privati consumatori europei ovunque fornite, nel solo paese di identificazione.

Nel caso tu volessi avviare una attività di commercio elettronico diretto o e-commerce diretto, ed hai bisogno di maggiori informazioni sugli aspetti fiscali, puoi contattarci.

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

 

Commercio elettronico diretto o e-commerce diretto ultima modifica: 2017-07-11T01:50:06+02:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.