Liquidazione periodica iva 2017

[Voti: 3 Media voto: 5]

liquidazione periodica iva 2017

Nell’articolo di oggi, trattiamo alcuni temi importanti per chiunque non abbia adottato un regime agevolato e deve affrontarli con regolarità per la propria attività.
Ci soffermiamo sugli aspetti principali che riguardano la liquidazione periodica iva 2017, cercando di capire cos’è, come funziona e quali sono i soggetti coinvolti.
Inoltre vediamo le scadenze per la presentazione dei modelli, le istruzioni base fornite dall’A.d.E. e le eventuali sanzioni previste in caso di omessa o errata presentazione.

Una delle novità che riguardano gli adempimenti per l’anno in corso è quella relativa alla comunicazione liquidazioni periodiche Iva 2017.
Riguarda sia i contribuenti che liquidano l’Iva mensilmente ma anche quelli che lo fanno con versamenti trimestrali.
Ricordiamo a tutti i nostri lettori che a partire da quest’anno con il Dl 196/2016 il governo ha introdotto due tipi di comunicazioni in sostituzione del vecchio Spesometro.

La comunicazione Iva 2017 fatture emesse e ricevute e la comunicazione delle liquidazioni periodiche Iva 2017.

Amazon Echo Show


Crea la casa intelligente con Echo Show si connette ad Alexa!
Echo Show
Audio di ottima qualità e brillante schermo HD da 10"

Richiedici preventivo

Il nostro staff è composto da commercialisti, richiedici un preventivo per la tua attività senza impegno.
Apertura partita Iva, Dichiarazione redditi, variazione dati alla CCIIA, aggiunta codice Ateco sono alcuni dei nostri servizi online.

Richiedi un preventivo

La liquidazione Iva mensile e trimestrale

Nel nostro paese è in vigore l’obbligo per professionisti ed imprese la liquidazione periodica Iva che può essere effettuata con cadenza mensile o trimestrale.
In questo modo i contribuenti ogni mese o ogni trimestre a seconda del volume d’affari generato devono determinare la propria posizione Iva calcolando Iva a debito e Iva a credito.
Vediamo in dettaglio aspetti e differenze tra le due modalità sopraindicate.

La liquidazione periodica Iva mensile va effettuata entro il giorno 16 di ciascun mese solare.
Ad esempio se consideriamo il versamento dell’Iva per il mese di giugno 2017 questo dovrà essere effettuato entro il 16 luglio del 2017.

La liquidazione periodica Iva trimestrale è possibile farla se nell’anno precedente non si sono superati i 400.000 € di volume d’affari per attività di servizi.
Per le altre tipologie di attività il limite è di 700.000 €.
Chi utilizza la comunicazione trimestrale è tenuto alla liquidazione entro il giorno 16 del secondo mese successivo al trimestre di riferimento.

Ad esempio se ci riferiamo al secondo trimestre ossia aprile/maggio/giugno dovremo effettuale la liquidazione entro il 16 agosto del 2017.
Per entrambe le modalità il versamento delle imposte va effettuato tramite utilizzo di modelli F24.

Obblighi di comunicazione liquidazione Iva

Adesso ci interessa capire chi sono i soggetti obbligati alla comunicazione liquidazione Iva.
La maggior parte dei soggetti passivi Iva ha l’obbligo di trasmissione della comunicazione anche nei casi in cui la liquidazione preveda Iva a credito.
Sono esonerati dall’obbligo i contribuenti che hanno registrato solo operazioni esenti e gli aderenti ai regimi agevolativi come il regime dei minimi ed il regime forfettario.

Scadenze e sanzioni

Vediamo adesso le quattro scadenze previste per l’anno 2017.

  1. entro il 31 di maggio 2017 prorogata poi al 12 giugno 2017 (primo trimestre);
  2. entro il 16 di settembre 2017 (secondo trimestre);
  3. entro il 30 di novembre 2017 (terzo trimestre);
  4. entro il 28 di febbraio del 2018 (quarto trimestre)

Nel caso ti trovassi nella condizione di omessa o errata presentazione della liquidazione periodica Iva 2017 leggi il nostro articolo sul ravvedimento liquidazioni Iva 2017 con tutte le indicazioni ed istruzioni per sanare la tua posizione.

Le sanzioni previste per l’omessa comunicazione liquidazione periodica Iva 2017 sono le seguenti:

  • 2 € per ogni fattura fino ad un massimo di 1.000 € a trimestre per omessa o trasmissione in ritardo dei dati relativi alle fatture.
  • da 500 € fino ad un massimo di 2.000 € per omessa, incompleta o errata comunicazione liquidazione periodica.

nel caso la trasmissione o la correzione avvenisse entro i 15 giorni successivi alla scadenza la sanzione è ridotta del 50%.

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.