Ravvedimento liquidazioni iva 2017

[Voti: 1 Media voto: 5]

ravvedimento liquidazioni iva 2017

Oggi affrontiamo un argomento che riguarda la comunicazione liquidazione periodica Iva 2017.
Secondo il nostro punto di vista è molto importante soprattutto per chi avesse violato le regole per la corretta presentazione delle liquidazioni periodiche.
Quello che viene chiamato comunemente ravvedimento liquidazioni iva 2017 rappresenta difatti la scappatoia che occorre seguire in questi casi.

Cosa succede se si verifica questa condizione? Quali sono i possibili casi di infrazione per quanto riguarda la presentazione della comunicazione liquidazione periodica Iva?
Queste sono solo due delle possibili domande che chiunque dovesse trovarsi in questa situazione si porrebbe immediatamente.
Ti ricordiamo che avevamo già trattato questo argomento nell’articolo calcolo ravvedimento operoso lo scorso anno.

Iniziamo parlando della possibile soluzione nel caso si sia violata la corretta procedura prevista per la presentazione delle comunicazioni.

Il tuo commercialista online

Apertura della Partita Iva Gratis
Gestione contabilità 2019 con dichiarazione redditi
Conservazione digitale ed assistenza.
Guarda il nostro listino prezzi

Il ravvedimento operoso per le liquidazioni Iva 2017

Vediamo di capire subito di cosa si tratta e a cosa serve.
Per chi non avesse provveduto alla presentazione della comunicazione liquidazione periodica Iva entro la scadenza prestabilita esiste la possibilità di sanare questa posizione grazie al ravvedimento operoso senza dover incorrere nella sanzione piena ossia quella ordinaria.

Grazie al ravvedimento è possibile sanare posizioni derivanti da omissioni o ritardi nella presentazione della liquidazione periodica Iva tramite il versamento di un apposita sanzione ridotta.

Le sanzioni ordinarie previste per eventuali violazioni vanno da 250 € a 2000 €. Se si vuole regolarizzare la propria posizione tramite il ravvedimento operoso si dovrà quindi versare tramite modello F24 la sanzione ridotta prevista che varierà in valore percentuale a seconda dei giorni di ritardo sulla scadenza prevista.
Più avanti vediamo in dettaglio le sanzioni previste a seconda delle situazioni.

Liquidazioni periodiche Iva 2017

Diamo uno sguardo ai possibili casi che possono verificarsi con le liquidazioni periodiche Iva.
Il primo riguarda l’omessa presentazione e si verifica quando l’interessato non rispetta le scadenze prefissate dal Dl 193/2016 per la presentazione del modello.

Il secondo è la presentazione tardiva che si verifica quando il modello viene inviato all’A.d.E. oltre la data di scadenza stabilita.
Ti ricordiamo che la scadenza della prima comunicazione era per il 12 giugno 2017 dopo che era stata applicata una proroga.
La scadenza originaria era difatti prevista per il 31 maggio del 2017.

La data prefissata per presentazione della seconda comunicazione liquidazione periodica Iva 2017 è prevista per il 18 settembre.
La terza è fissata per il 30 di novembre 2017 e la quarta ed ultima per il 28 febbraio del 2018.

Il terzo ed ultimo caso si verifica quando la comunicazione contiene errori oppure omissioni.

Le sanzioni per comunicazione liquidazione periodica Iva 2017

Vediamo adesso quelle che sono le sanzioni previste per comunicazione liquidazione periodica Iva 2017 in base ai possibili casi:

In caso di omessa presentazione oppure di comunicazione incompleta o errata se si regolarizza in maniera spontanea sarà possibile beneficiare di una riduzione della sanzione come abbiamo già accennato.
Se la comunicazione viene inviata oppure corretta entro i 15 giorni dalla scadenza la sanzione sarà di 27,78 €.
Nel caso fossero trascorsi 90 giorni la sanzione sarà di 55,56 €.

Nel caso ti trovassi in questa situazione e fosse trascorso più tempo dalla omissione o dall’errore scrivi nei commenti il tuo caso e ti indicheremo l’importo che dovrai versare tramite il ravvedimento operoso per sanare la tua posizione.

Se sei interessato alle problematiche connesse all'Iva o un operatore del settore e cerchi un valido riferimento, ti consigliamo la lettura di questo testo.
Il libro, edito da Maggioli Editore, affronta gli argomenti, con un'esposizione ordinata, esaustiva e brillante. I temi affrontati sono corredati da commenti, analisi e presentano molti casi studio. Non mancano i riferimenti normativi molti chiari anche grazie all'uso di schemi e tabelle riepilogative, che alleggeriscono la lettura rendendola più agevole e comprensibile.
Veramente un ottimo testo che consigliamo senza riserve.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

4 Comments

  1. libero 30 Giugno 2017
    • Staff 30 Giugno 2017
  2. B. 20 Luglio 2017
    • Staff 20 Luglio 2017

Leave a Reply