Partita iva forfettaria

[Voti: 2 Media voto: 5]

partita iva forfettaria

Un nostro lettore Stefano di Pisa ci chiede maggiori informazioni in merito a partita iva forfettaria.
Ti invitiamo a scrivere nei commenti se anche tu hai domande relative a questo argomento.
Se hai un argomento di tuo interesse richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti.

Partita iva forfettaria

Buongiorno mi chiamo Stefano ho 21 anni e sono di Pisa. Vorrei alcune informazioni riguardo ad una eventuale apertura partita iva forfettaria.
Parlando con alcuni amici sono venuto a conoscenza di questa possibilità ma non ho ancora le idee chiare, è veramente conveniente?
Ho sentito parlare anche di regime dei minimi quale dei due mi consigliate? Quali sono i vantaggi reali rispetto agli altri regimi fiscali?

Stefano – Pisa

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

La nostra risposta a Stefano

Ciao Stefano grazie per averci contattato. Il regime forfettario è il nuovo regime agevolato e sostituisce il vecchio regime dei minimi ormai non più adottabile per le nuove partite Iva. La partita Iva forfettaria è stata introdotta nel 2015 e modificata nella Legge di Stabilità 2016.
Qualsiasi soggetto che oggi intende aprire una nuova partita Iva dovrà per forza di cosa scegliere tra:

  • aprire partita Iva nel regime forfettario;
  • aprire partita Iva nel regime semplificato o ordinario

A nostro giudizio l’adozione del regime forfettario è molto conveniente per chi apre la partita Iva per la prima volta e non supererà una soglia di 50.000 euro all’anno.
Questo perchè sarà possibile godere di molti vantaggi sia contabili che fiscali.

I vantaggi della partita iva forfettaria

Vediamo in breve quali sono i vantaggi più importanti che conseguono quando si apre una partita iva forfettaria:

  • esenzione dall’Iva;
  • esenzione della ritenuta d’acconto;
  • imposta sostitutiva più bassa;
  • gestione della contabilità semplificata.

L’esenzione dell’Iva comporta che quando emetterai una fattura non dovrai aggiungere l’Iva al tuo compenso.
Questo sarà un vantaggio anche per il tuo cliente perchè sarai più competitivo applicando un prezzo più basso.

L’esenzione della ritenuta d’acconto comporta che i professionisti che hanno adottato il forfettario non dovranno decurtare il 20% di ritenuta d’acconto dai propri compensi incassando tutto l’imponibile.

Una imposta sostitutiva più bassa chiamata anche IRPEF ti consente di pagare meno tasse. L’aliquota prevista è del 5% per i primi 5 anni e del 15% per i successivi.
Tieni conto che negli altri regimi si arriva anche fino al 42%.

Infine la gestione della contabilità risulta molto semplificata, non sono previsti studi di settore, lo spesometro e non dovranno nemmeno essere registrate le fatture.
Una contabilità più snella ti consente anche di risparmiare sul costo del commercialista.

Per accedere al regime forfettario è necessario possedere dei requisiti perchè non tutti potranno aderire.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Capire il regime forfettario

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo di comprare questo libro. Il costo è irrisorio solo 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Giunto ormai alla quarta edizione, prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro. Visto il prezzo lo consigliamo senza riserve.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Partita iva forfettaria ultima modifica: 2017-04-18T17:37:45+00:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.