La rettifica Iva se esci dal regime dei minimi

[Voti: 2 Media voto: 5]

Home > Fisco e Tasse > Regime dei minimi > La rettifica Iva se esci dal regime dei minimila rettifica iva se esci dal regime dei minimi

La rettifica Iva se esci dal regime dei minimi

Una delle principali conseguenze della fuoriuscita dal Regime dei minimi è la rettifica dell’ Iva.
Questo si verifica perchè il tributo passa da indetrabile a detraibile. Cosa vuol dire?
Quando sei nel regime dei minimi e paghi una fattura, l’Iva, che è parte del prezzo, non rappresenta per te alcun credito (come lo sarebbe se fossi nel regime ordinario).
Questa situazione di indetraibilità è controbilanciata dal fatto che quando tu, minimo, fatturi le tue prestazioni non riaddebiti l’Iva.

La simmetria del trattamento fiscale, se sei minimo, viene meno al momento del passaggio ad un regime ordinario.
Vuoi un esempio banale? Pensiamo alle merci acquistate e che sono ancora magazzino al 31/12.
Al momento dell’acquisto di queste merci l’Iva non è stata detratta.
Nell’anno successivo, quando le stesse saranno vendute, in costanza di un regime ordinario, le stesse saranno soggette ad Iva ed il tributo dovrà essere versato. In sintesi, se non ci fosse un correttore (la c.d. rettifica) l’ex minimo sarebbe danneggiato dal fatto di aver, a monte, pagato l’Iva al fornitore e non averla detratta ed a valle per dover riversare l’Iva riscossa dai clienti.

Per evitare gli effetti distorsivi, ai fini Iva, del cambio di regime, ecco la possibilità di quantificare il credito Iva da parte dell’ex minimo.

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

Dove applicare la rettifica Iva

Sono, quindi, oggetto della rettifica Iva le imposte assolte ma non detratte dall’ex minimo:

  • sugli acquisti di beni che risultino come rimanenze iniziali, quindi non ceduti entro il 31 Dicembre;
  • sull’acquisto di beni mobili ammortizzabili per il periodo mancante al compimento del quinquennio di sorveglianza;
  • sull’acquisto di beni immobili per i decimi mancanti al compimento del decennio;
  • sull’acquisto di servizi per la quota di imposta di competenza.

Insieme alla rettifica Iva è richiesta da parte dell’Agenzia delle Entrate la presentazione di una documentazione che attesti le merci in giacenza, la quantità e i valori dei beni strumentali e i servizi non ancora utilizzati nel momento in cui i soggetti sono fuoriusciti dal regime dei minimi. In sostanza per questi beni devi fare un dettagliato inventario, sia qualitativo che con valori quantitativi, precisando sia la base imponibile che l’Iva. Il consiglio che ti diamo, nella redazione dell’inventario, è di fare espresso riferimento ai documenti giustificativi l’acquisto di tali beni, in modo tale che sia agevole una ricostruzione del credito Iva a posteriori senza la minima incertezza.

Un’ultima indicazione: la documentazione deve essere trattenuta fino al 31 dicembre  del quarto anno successivo al momento di invio telematico della tua dichiarazione dei redditi.

Se sei interessato alle vendite online, all'e-commerce ed alle strategie marketing, ti suggeriamo alcuni libri che puoi acquistare online per approfondire gli argomenti.

Oggi l'ecommerce è un'attività che abbraccia mercati di ogni tipo e dimensione. La grande maggioranza dei progetti, sono stati creati senza una strategia efficace e senza nemmeno proporsi obiettivi misurabili.
Il libro spiega come creare un progetto che funzioni davvero, come scegliere i consulenti ed i partner adatti.
Se stai pensando di avviare il tuo ecommerce è uno dei libri consigliati per per schiarirti le idee e creare un progetto online per espandere il tuo business.

Questo libro rappresenta una sorta di vademecum per tutti coloro che vogliono aprire un’attività e fare impresa in Italia alla luce delle evidenti difficoltà.
Nato da un progetto tra le colline del Chianti Mad in Italy ha l'obiettivo di valorizzare il coraggio italico dell'imprenditore pazzo. Sono contenuti molti esempi pratici di impresa di successo in Italia. Veramente consigliato.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

La rettifica Iva se esci dal regime dei minimi ultima modifica: 2016-11-17T18:34:08+02:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.