Commercialista per condomini - www.regimeminimi.com

Commercialista per condomini

[Voti: 2 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Commercialista per condomini

commercialista per condomini

Sei un condomino e cerchi informazioni sul bonus fiscale? Ti occupi di amministrazione condominiale o ti occupi di bonus fiscali?
In questo periodo storico, gli aspetti fiscali dell’amministrazione del condominio sono in continua evoluzione e necessitano di un monitoraggio costante.
Ormai il condominio, quale ente di gestione delle proprietà in comune, rappresenta un vero centro autonomo fiscale e l’amministratore deve avere competenze adeguate.

Come saprai con il nostro lavoro ci occupiamo quotidianamente di problematiche fiscali dal regime forfettario alla costituzione di startup innovative.
Nella sezione il commercialista per condomini ci occupiamo dei temi più importanti connessi all’argomento. Oggi i compiti fiscali per l’amministratore sono ancor più complessi con le novità introdotte dal Decreto Rilancio che ha introdotto una nuova percentuale di detrazione IRPEF del 110% nell’ambito degli interventi per il risparmio energetico qualificato cosiddetto ecobonus. In questo articolo ci occupiamo delle comunicazioni per il bonus fiscale, della certificazione unica e delle semplificazioni per il pagamento delle ritenute.
Se sei interessato ad approfondire un altro argomento, inviaci una email con la tua richiesta, quando ci sarà possibile lo affronteremo sul nostro blog.

 RISPARMIA CON I NOSTRI PACCHETTI
Vuoi aprire la partita IVA gratis o cambiare commercialista? Contattaci ti aiutiamo a cercare la soluzione adatta alle tue necessità!

Guarda il listino prezzi

Caterina, servizio clienti
Caterina

Comunicazioni per bonus fiscale

Come primo aspetto in questo contributo dedicato al commercialista per condomini vediamo cosa è previsto per il bonus fiscale.
Gli amministratori di condominio devono trasmettere in via telematica all’Agenzia delle Entrate, una comunicazione contenente i dati relativi alle spese sostenute nell’anno precedente dal condominio. Questo adempimento, deve essere effettuato generalmente entro il 28 febbraio di ciascun anno.

Le spese da comunicare sono quelle relative agli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali.
Inoltre vanno comunicate anche l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici finalizzati all’arredo delle parti comuni dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

Nella comunicazione, devono essere indicate le quote di spesa imputate ai singoli condomini e i loro relativi dati.
La comunicazione è stata disciplinata da Dm del Mef del 1° Dicembre 2016.

Nelle specifiche tecniche di trasmissione occorre indicare se il soggetto beneficiario è:

  • proprietario;
  • nudo proprietario;
  • titolare di un diritto reale di godimento;
  • locatario;
  • comodatario;
  • altre tipologie di soggetti.

Gli amministratori sono tenuti a fornire l’informazione relativa all’effettivo pagamento al 31 Dicembre della quota della spesa attribuita a ciascun soggetto.
Deve infatti essere compilato il campo relativo al flag pagamento, attraverso il quale andrà evidenziato se lo stesso è stato interamente corrisposto al 31 Dicembre dell’anno di riferimento. La sanzione prevista nei casi di omesso, errato o tardivo invio delle comunicazioni è di 100.00 € per ogni violazione, senza applicazione del cumulo giuridico e nessuna possibilità per optare per il ravvedimento operoso.

La Certificazione Unica

Proseguiamo questo articolo dedicato alla serie commercialista per condomini e parliamo della certificazione Unica e del modello 770.
Gli amministratori devono inviare all’A.d.E il modello CU delle ritenute d’acconto su:

  • redditi da lavoro dipendente;
  • compensi professionali;
  • prestazioni con contratti di appalto di opere o servizi.

Anche il condominio è un sostituto d’imposta, quindi l’amministratore deve certificare gli importi corrisposti e le relative ritenute operate.
Dal periodo d’imposta 2015, le certificazioni non sono predisposte in forma libera, ma devono seguire il modello della cosiddetta Certificazione unica, il modello CU.

Questo sta a significare che come qualsiasi altro contribuente, anche i condomìni, tramite i loro amministratori, devono possono presentare direttamente sia la certificazione unica che il modello 770. Ti ricordiamo che generalmente viene presentata entro il 31 Luglio del periodo d’imposta successivo.

Modello 770

Come tutti i sostituti d’imposta, il condominio deve trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate anche il modello 770.
Il modello 770 è la dichiarazione dei sostituti d’imposta nella si riassumono non solo i dati già esposti nei CU ma anche tutti i versamenti mediante gli F24.
La scadenza del modello 770 è generalmente il 31 luglio del periodo d’imposta

Semplificazione per il pagamento ritenute per il condominio

Dal 1° Gennaio 2017 il versamento delle ritenute del 4% potrà essere effettuato dal condominio solo se l’ammontare delle ritenute operate raggiunge l’importo di 500 € o comunque entro il 30 Giugno o il 20 Dicembre di ogni anno, se non viene raggiunto l’importo di 500 €. Le ritenute andranno trattenute sui corrispettivi dovuti per prestazioni relative a contratti di appalto di opere o servizi effettuate nell’esercizio di impresa e sui corrispettivi qualificabili come redditi diversi.

Per l’Agenzia delle Entrate le ritenute si devono sommare mese dopo mese e devono essere pagate nel primo mese successivo a quello in cui la soglia viene superata.
Ad esempio, se a febbraio sono state effettuate ritenute per 400 € e a marzo altre ritenute per 400 €, il totale di 800 € supera la soglia e fa scattare il versamento entro il 16 aprile.
Secondo l’AdE il condominio può continuare ad effettuare il pagamento delle ritenute (anche se di importo inferiore a 500 €) secondo le scadenze ordinarie, senza incorrere in sanzioni.

Oggi per l’amministratore, avere un commercialista per condomini online in grado di aiutarlo è di fondamentale importanza.
Se sei un amministratore di condominio, ed hai bisogno del un partner per la gestione della contabilità, contattaci.

Prenota Consulenza Gratuita

Se vuoi aprire la partita IVA o cambiare commercialista prenota una call telefonica con un nostro esperto per verificare se:

  • possiedi i requisiti per aderire al forfettario
  • se occorre partita IVA come professionista o ditta individuale
  • il funzionamento del nostro servizio

Per assistenza, simulazioni o su altre domande acquista il servizio di consulenza dedicata.
Se sei già abbonato al nostro servizio effettua il login e contatta il tuo consulente di riferimento dall’area riservata.

    Accetto i termini del servizio ed ho letto l'informativa sulla privacy

     

    Per offrire un servizio di alta qualità limitiamo il numero di nuovi clienti ogni mese. Se vuoi aprire in tempi rapidi la Partita IVA o cambiare commercialista invia la tua richiesta adesso per evitare possibili attese.

    Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

    Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
    Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
    E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

    Amazon Echo Show


    La casa intelligente con Echo Show Echo Show si connette ad Alexa
    Noi lo utilizziamo nei nostri uffici!

     

    Aiutaci a migliorare il servizio

    Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

    Inserisci un commento

    I commenti sono soggetti ad approvazione. Devono essere attinenti al tema della pagina e non devono contenere richieste di consulenza personale.