Condominio certificazione unica - regimeminimi.com

Condominio certificazione unica

[Voti: 8 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Condominio certificazione unicacondominio e certificazione unica

L’amministratore di condominio deve adempiere a molti obblighi di natura fiscale.
Negli ultimi anni gestire un condominio dal punto di vista fiscale è diventata un’operazione decisamente complessa e che richiede una preparazione specialistica.
Uno degli adempimenti che gli amministratori condominiali si trovano ad affrontare è la certificazione dei compensi.

Per questo motivo nell’articolo di oggi trattiamo in modo approfondito il tema condominio e certificazione unica perché riteniamo possa essere interessante per i nostri lettori.

Anche se lo vedremo in dettaglio successivamente, negli anni è stata oggetto di una revisione radicale.
Oggi rappresenta la comunicazione formale fondamentale all’Agenzia delle Entrate per un riscontro tra quanto dichiarato dai fornitori di servizi del condominio e quanto dichiarato dagli amministratori.

Se vuoi conoscere in modo dettagliato il motivo per cui il condominio ha compiti di sostituto d’imposta leggi condominio e sostituto d’imposta.
Se invece sei interessato a conoscere in dettaglio quali sono le ritenute che il condominio deve applicare puoi leggere condominio e ritenute fiscali.

Se hai domande su questi argomenti, puoi lasciare il tuo commento alla fine dell’articolo e ti risponderemo appena possibile.

 RISPARMIA CON I NOSTRI PACCHETTI
Vuoi aprire la partita IVA gratis o cambiare commercialista? Contattaci ti aiutiamo a cercare la soluzione adatta alle tue necessità!

Guarda il listino prezzi

Caterina, servizio clienti
Caterina

La certificazione dei compensi emessa dall’amministratore

Gli amministratori devono inviare all’Ade il modello Cu delle ritenute d’acconto su:

  • redditi da lavoro dipendente;
  • compensi professionali;
  • prestazioni con contratti di appalto di opere o servizi.

Il condominio è un sostituto d’imposta e l’amministratore non deve essere autorizzato dall’assemblea a svolgere i relativi adempimenti fiscali.
L’amministratore deve certificare gli importi corrisposti e le relative ritenute operate.

Dal periodo d’imposta 2015, le certificazioni non sono predisposte in forma libera, ma devono seguire il modello della cosiddetta Certificazione unica, il modello Cu.
Come qualsiasi altro contribuente, anche i condomìni, tramite i loro amministratori, possono presentare direttamente sia la certificazione unica che il modello 770. (entro il 31 Luglio)
Possono farlo attraverso i servizi on line dell’Ade Fisconline-Entratel. (quest’ultimo se il modello 770 è costituto da più di 20 soggetti).

Gli amministratori possono avvalersi di un terzo incaricato per la trasmissione telematica ossia un intermediario o una società del gruppo.
In questo caso l’amministratore deve ricevere dall’incaricato l’impegno alla trasmissione telematica, che recherà la data (da riportare anche nel frontespizio delle Cu), nonché la precisazione se il flusso da trasmettere è già stato compilato dal sostituto o meno. (da indicare sempre nel frontespizio della Cu rispettivamente con i codici 1 o 2).

Entro i 30 giorni successivi alla scadenza ovvero l’8 Aprile, l’amministratore dovrà anche ricevere dal soggetto incaricato, gli originali delle Cu trasmesse all’amministrazione finanziaria con relativa comunicazione di avvenuto ricevimento, rilasciata dal sistema informatico.

I termini di accertamento

L’intermediario conserverà la documentazione, anche in formato elettronico, entro i termini per l’accertamento e cioè entro il 31 Dicembre del quinto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione.
Per quanto riguarda le scadenza inerenti il periodo d’imposta 2016 sono le seguenti:

  • 31 Marzo 2017: consegna CU al percipiente di redditi di lavoro dipendente/assimilato o autonomo/provvigioni;
  • 7 Marzo 2017: trasmissione CU telematica all’AdE;

Il termine del 7 Marzo 2017 è prevista dall’articolo 4 del Dpr 322/1998.

Il comma 6 quinquies dell’articolo 4 del Dpr 322/1998 consente l’eventuale sanatoria di 5 giorni.
Inoltre, secondo quanto precisato nel provvedimento del direttore delle Entrate del 16 Gennaio 2017 di approvazione del nuovo modello si intende riferita sia all’ipotesi di scarto della fornitura (totale o solo di alcune Cu) da parte della procedura Entratel/Fisconline, sia all’ipotesi di flussi di annullamento o sostituzione.

Per effetto della modificata apportata dal Collegato fiscale 2017 al comma 6 quater dell’articolo 4 del Dpr 322/1998, è stata invece spostata dal 28 Febbraio al 31 Marzo la scadenza per la consegna/invio della Cu sintetica al percipiente.

Aprire la Partita IVA o cambiare commercialista?

1. Richiedi consulenza gratuita
2. Ti chiamiamo per spiegarti quale partita IVA è adatta ed il nostro servizio
3. Dopo la tua conferma, attiviamo la tua Partita IVA o l'abbonamento in 24 ore

    Acconsento al trattamento dati

    Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

    Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
    Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
    E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

    Amazon Echo Show


    La casa intelligente con Echo Show Echo Show si connette ad Alexa
    Noi lo utilizziamo nei nostri uffici!

     

    Aiutaci a migliorare il servizio

    Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

    Inserisci un commento

    Avviso ai lettori: verranno pubblicati solo i commenti in tema al titolo della pagina per chiarimenti sui contenuti pubblicati. Se hai necessità di consulenze personali usa il servizio di assistenza. Leggi la pagina maggiori informazioni su come inserire un commento.