Condominio certificazione unica

[Voti: 8 Media voto: 5]

Home > Fisco e Tasse > Condominio certificazione unicacondominio e certificazione unica

L’amministratore di condominio deve adempiere a molti obblighi di natura fiscale.
Negli ultimi anni gestire un condominio dal punto di vista fiscale è diventata un’operazione decisamente complessa e che richiede una preparazione specialistica.
Uno degli adempimenti che gli amministratori condominiali si trovano ad affrontare è la certificazione dei compensi.

Per questo motivo nell’articolo di oggi trattiamo in modo approfondito il tema condominio e certificazione unica perché riteniamo possa essere interessante per i nostri lettori.

Anche se lo vedremo in dettaglio successivamente, negli anni è stata oggetto di una revisione radicale.
Oggi rappresenta la comunicazione formale fondamentale all’Agenzia delle Entrate per un riscontro tra quanto dichiarato dai fornitori di servizi del condominio e quanto dichiarato dagli amministratori.

Se vuoi conoscere in modo dettagliato il motivo per cui il condominio ha compiti di sostituto d’imposta leggi condominio e sostituto d’imposta.
Se invece sei interessato a conoscere in dettaglio quali sono le ritenute che il condominio deve applicare puoi leggere condominio e ritenute fiscali.

Se hai domande su questi argomenti, puoi lasciare il tuo commento alla fine dell’articolo e ti risponderemo appena possibile.

Diventa nostro cliente

Risparmia sul commercialista senza rinunciare alla qualità del servizio.
Gestione condominio 12
è il servizio per gli adempimenti previsti dalla Legge 220/2012  e costa solo 250 €vedi il listino completo ..

La certificazione dei compensi emessa dall’amministratore

Gli amministratori devono inviare all’Ade il modello Cu delle ritenute d’acconto su:

  • redditi da lavoro dipendente;
  • compensi professionali;
  • prestazioni con contratti di appalto di opere o servizi.

Il condominio è un sostituto d’imposta e l’amministratore non deve essere autorizzato dall’assemblea a svolgere i relativi adempimenti fiscali.
L’amministratore deve certificare gli importi corrisposti e le relative ritenute operate.

Dal periodo d’imposta 2015, le certificazioni non sono predisposte in forma libera, ma devono seguire il modello della cosiddetta Certificazione unica, il modello Cu.
Come qualsiasi altro contribuente, anche i condomìni, tramite i loro amministratori, possono presentare direttamente sia la certificazione unica che il modello 770. (entro il 31 Luglio)
Possono farlo attraverso i servizi on line dell’Ade Fisconline-Entratel. (quest’ultimo se il modello 770 è costituto da più di 20 soggetti).

Gli amministratori possono avvalersi di un terzo incaricato per la trasmissione telematica ossia un intermediario o una società del gruppo.
In questo caso l’amministratore deve ricevere dall’incaricato l’impegno alla trasmissione telematica, che recherà la data (da riportare anche nel frontespizio delle Cu), nonché la precisazione se il flusso da trasmettere è già stato compilato dal sostituto o meno. (da indicare sempre nel frontespizio della Cu rispettivamente con i codici 1 o 2).

Entro i 30 giorni successivi alla scadenza ovvero l’8 Aprile, l’amministratore dovrà anche ricevere dal soggetto incaricato, gli originali delle Cu trasmesse all’amministrazione finanziaria con relativa comunicazione di avvenuto ricevimento, rilasciata dal sistema informatico.

I termini di accertamento

L’intermediario conserverà la documentazione, anche in formato elettronico, entro i termini per l’accertamento e cioè entro il 31 Dicembre del quinto anno successivo a quello di presentazione della dichiarazione.
Per quanto riguarda le scadenza inerenti il periodo d’imposta 2016 sono le seguenti:

  • 31 Marzo 2017: consegna CU al percipiente di redditi di lavoro dipendente/assimilato o autonomo/provvigioni;
  • 7 Marzo 2017: trasmissione CU telematica all’AdE;

Il termine del 7 Marzo 2017 è prevista dall’articolo 4 del Dpr 322/1998.

Il comma 6 quinquies dell’articolo 4 del Dpr 322/1998 consente l’eventuale sanatoria di 5 giorni.
Inoltre, secondo quanto precisato nel provvedimento del direttore delle Entrate del 16 Gennaio 2017 di approvazione del nuovo modello si intende riferita sia all’ipotesi di scarto della fornitura (totale o solo di alcune Cu) da parte della procedura Entratel/Fisconline, sia all’ipotesi di flussi di annullamento o sostituzione.

Per effetto della modificata apportata dal Collegato fiscale 2017 al comma 6 quater dell’articolo 4 del Dpr 322/1998, è stata invece spostata dal 28 Febbraio al 31 Marzo la scadenza per la consegna/invio della Cu sintetica al percipiente.

Per approfondire gli argomenti sono disponibili molti testi, questo manuale teorico pratico, Il nuovo condominio, è provvisto di contenuto digitale ed accesso online.
Il testo in modo chiaro affronta gli aspetti di maggior interesse che riguardano la materia condominiale.
E' provvisto di un formulario disponibile sul software scaricabile grazie ad un  Qr-code fornito.

I manuali in commercio per amministratori di condominio sono abbastanza numerosi.
Ti suggeriamo questi due volumi, che tra quelli che abbiamo letto ci sembrano i più adatti per documentarsi e sostenere l'esame ai sensi del D.M. 13 agosto 2014, n. 140.

Se vuoi occuparti di condomini in modo professionale, potresti aver bisogno del corso obbligatorio di formazione iniziale per amministratori di condominio 2017. Il corso è organizzato da Confedilizia e CELT, ed abilita all’esercizio della professione di amministratore di condominio così come previsto dall’art. 5 del D.M. 13 agosto 2014, n. 140, in vigore dal 9 ottobre 2014. Il corso si svolge online ed il superamento delle prove consente di ricevere l’attestato che certifica la partecipazione e dà diritto di sostenere l'esame finale ed ottenere il diploma.

E' prevista anche la modalità a a professione non esclusiva

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Condominio certificazione unica ultima modifica: 2017-03-15T18:51:08+01:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.