Nuova Sabatini per accedere ai contributi

[Voti: 0 Media voto: 0]

nuova sabatini per accedere ai contributi

Nuova Sabatini: come accedere ai contributi per l’acquisto di beni strumentali

Se devi comprare dei beni strumentali per la tua azienda ti sei imbattuto sicuramente la legge Sabatini. La Sabatini è una legge storica nel panorama degli strumenti agevolativi per gli acquisti di beni strumentali e, come tutte le cose del mondo che funzionano, periodicamente  riemerge con una nuova veste.

Nel pacchetto “sviluppo” della legge di stabilità 2017  la novità principale è proprio  il raddoppio della proroga della Nuova Sabatini per l’acquisto di beni strumentali. Il termine per la concessione dei finanziamenti agevolati da parte delle banche viene allungato fino a tutto il 2018 (e non più solo fino al 2017).

Ti ricordo che già a partire dal 2.5.2016 le piccole e medie imprese potevano presentare le domande per accedere ai contributi per l’acquisto di beni strumentali messi a disposizione con la “Nuova Sabatini”. La scadenza della presentazione della domanda era originariamente il 31.12.2016 ma i fondi sono terminati già dal settembre.

Di seguito verranno analizzate le caratteristiche della Sabatini-ter e ti diciamo che già da questa lettura puoi assaporare le opportunità che saranno ripresentate per tutto il 2017 ed il 2018.

Il tuo commercialista online
269
Gestione forfettario + apertura partita Iva
Gestione contabilità con dichiarazione redditi, conservazione digitale ed assistenza
Guarda il listino prezzi

Che cos’è la Nuova Sabatini?

La Nuova Sabatini-ter consiste in finanziamenti finalizzati ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e migliorare l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese (PMI) per l’acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature.

Vengono sostenuti gli acquisti di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, anche acquisiti tramite Leasing e classificabili, nell’attivo dello stato patrimoniale, alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4, dell’articolo 2424 del Codice Civile nonché di hardware, software e tecnologie digitali, destinati a strutture produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale.

La misura dell’agevolazione legata alla Nuova Sabatini si può sintetizzare nella copertura degli interessi su un finanziamento bancario calcolato ad un tasso del 2,75% con rate semestrali e dalla durata di cinque anni, dell’ importo corrispondente al finanziamento.

Il contributo è appunto correlato a un finanziamento bancario (o leasing), che può essere assistito fino all’80% dell’importo dal Fondo di garanzia, compreso tra 20.000 euro e 2 milioni di euro.

A chi si rivolge e come si può presentare la domanda?

E’ rivolto a tutte le PMI anche estere con sede in uno stato membro dell’UE, ma con almeno una sede operativa in Italia.
Non sono ammesse alle agevolazioni le imprese operanti nel settore elle attività finanziarie e assicurative (sezione K della classificazione delle attività economiche ATECO 2007).

Le condizioni per cui la domanda possa essere accettata sono:

  • i beni strumentali acquistati devono essere nuovi;
  • i beni strumentali presi singolarmente devono avere una loro autonomia funzionale;
  • il finanziamento bancario (o leasing) deve essere di durata non superiore a 5 anni, comprensiva del periodo di preammortamento o di prelocazione;
  • l’erogazione del contributo è subordinata al completamento dell’investimento, da effettuarsi entro 12 mesi dalla stipula del finanziamento/contratto di leasing;
  • gli investimenti devono essere iniziati successivamente alla data della presentazione della domanda e devono essere conclusi entro dodici mesi dalla data di stipula del finanziamento.

La domanda deve essere scaricata dal sito del Ministero dello Sviluppo Economico, compilata elettronicamente, sottoscritta con firma digitale ed inviata via PEC agli indirizzi delle banche o intermediari finanziari prescelti tra quelli aderenti all’iniziativa.

In data 23 marzo 2016 è stata emanata la circolare direttoriale n. 26673 che ha fornito le istruzioni necessarie ed ha definito gli schemi di domanda e di dichiarazione, nonché l’ulteriore documentazione che l’impresa è tenuta a presentare per poter beneficiare delle agevolazioni previste dalla nuova disciplina.

Approfondimenti sui temi trattati

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo l'acquisto di questo libro. Il costo è di soli 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro.

Se finalmente hai deciso di aprire una startup innovativa, o vuoi avere una serie di spunti per creare un nuovo lavoro, ti segnaliamo alcuni libri veramente interessanti e pieni di spunti ed idee.

Startup digitali & PMI innovative, analizza la situazione degli imprenditori in Italia, 8 su 10 falliscono entro i primi 18 mesi. Il libro analizza le differenze tra chi riesce e chi fallisce, ed aiuta manager e imprenditori a vincere.
Raccoglie tecniche, strategie, case history di chi ha fatto successo. Gli autori, imprenditori di se stessi hanno una esperienza ventennale ed hanno inserito le loro conoscenze e competenze. Consigliato.

Startup. Sogna, credici, realizza. Dall'idea al successo è scritto da quattro giornalisti che ogni giorno si confrontano con queste tematiche, è una guida essenziale per chi vuole creare una startup. I dieci capitoli del libro, sono veramente interessanti e contiene le interviste esclusive ai founder di startup mondiali, da Airbnb a Candy Crush.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

2 Comments

  1. Avatar marco 23 Novembre 2016
    • Sysadmin Staff 23 Novembre 2016

Leave a Reply