Dipendente pubblico e lavoro occasionale

[Voti: 12 Media voto: 5]

dipendente pubblico e lavoro occasionale

Un nostro lettore Giovanni di Pontedera ci chiede maggiori informazioni in merito a dipendente pubblico e lavoro occasionale.
Ti invitiamo a scrivere nei commenti se anche tu hai domande relative a questo argomento.
Se hai un argomento di tuo interesse richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti.

Dipendente pubblico e lavoro occasionale

Ho trovato il vostro sito e ne approfitto per chiedere un vostro parere.
Mi chiamo Giovanni, ho 39 anni e abito a Pontedera provincia di Pisa.
Sono un iscritto all’albo dei geometri ma sono dipendente a tempo indeterminato di un ente pubblico, posso svolgere una prestazione di lavoro occasionale?

Giovanni – Pontedera

Il tuo commercialista online

Apertura della Partita Iva Gratis
Gestione contabilità 2019 con dichiarazione redditi
Conservazione digitale ed assistenza.
Guarda il nostro listino prezzi

La nostra risposta a Giovanni

Salve Giovanni e grazie per la tua domanda relativa su dipendente pubblico e lavoro occasionale alla quale rispondiamo molto volentieri.
Il tuo caso è sempre più ricorrente. La crisi che investe le libere professioni fa si che molti professionisti trovino rifugio in enti pubblici.
Intanto chiariamo subito un principio generale:
il dipendente pubblico è sottoposto, in relazione al ruolo ricoperto, a norme più restrittive rispetto ai dipendenti di enti privati.

A fronte di un contesto normativo liberale nel settore privato con relativa libertà del dipendente a fornire prestazioni professionali per conto di terzi soggetti, la situazione nel settore pubblico è molto più restrittiva.

La ratio è semplice anche se forse anacronistica: il dipendente pubblico non deve essere influenzato, nella sua attività, da centri di interesse che possano interferire contro i principi della pubblica amministrazioni primo tra tutti quello della imparzialità.

Fermo restando alcune deroghe per determinati soggetti (come i dipendenti a tempo parziale) o per alcune attività (ad esempio la partecipazione a convegni o seminari), l’art. 53 del D.lgs. 163/2001 disciplina l’incompatibilità tra pubblico impiego ed altri incarichi retribuiti specificando al comma 6 che “Gli incarichi retribuiti, di cui ai commi seguenti, sono tutti gli incarichi, anche occasionali, non compresi nei compiti e doveri di ufficio, per i quali è previsto, sotto qualsiasi forma, un compenso”.

Tale regime di incompatibilità potrà essere derogato solo attraverso la richiesta di autorizzazione, ed il rilascio della stessa da parte dell’amministrazione dalla quale si dipendente, e tale autorizzazione dovrà essere richiesta per ogni specifico incarico.
L’assetto legislativo è quindi molto articolato e ti consigliamo, avuta l’autorizzazione da parte dell’amministrazione, di valutare attentamente se la tua attività di libero professionista possa essere considerata semplicemente come occasionale.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Approfondimenti sui temi trattati

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo l'acquisto di questo libro. Il costo è di soli 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro.

Se finalmente hai deciso di aprire una startup innovativa, o vuoi avere una serie di spunti per creare un nuovo lavoro, ti segnaliamo alcuni libri veramente interessanti e pieni di spunti ed idee.

Startup digitali & PMI innovative, analizza la situazione degli imprenditori in Italia, 8 su 10 falliscono entro i primi 18 mesi. Il libro analizza le differenze tra chi riesce e chi fallisce, ed aiuta manager e imprenditori a vincere.
Raccoglie tecniche, strategie, case history di chi ha fatto successo. Gli autori, imprenditori di se stessi hanno una esperienza ventennale ed hanno inserito le loro conoscenze e competenze. Consigliato.

Startup. Sogna, credici, realizza. Dall'idea al successo è scritto da quattro giornalisti che ogni giorno si confrontano con queste tematiche, è una guida essenziale per chi vuole creare una startup. I dieci capitoli del libro, sono veramente interessanti e contiene le interviste esclusive ai founder di startup mondiali, da Airbnb a Candy Crush.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Leave a Reply