Limiti di età per il regime dei minimi

[Voti: 16 Media voto: 5]
Home > Fisco e Tasse > Limiti di età per il regime dei minimi
limiti di età nel regime dei minimi

Limiti di età nel regime dei minimi

In questo articolo affrontiamo un argomento molto discusso da tutti i contribuenti: limiti di età per il regime dei minimi.
Analizziamo nello specifico ciò che accadrà a partire dal 2017 e consideriamo alcuni esempi pratici.

Innanzitutto, regime dei minimi sarà applicabile anche per il 2017, per tutti coloro che iniziano la loro attività e per i 4 anni successivi.
Oppure sarà applicabile anche a seguire oltre il quinto anno da tutti coloro che hanno una età anagrafica inferiore a 35 anni.

L’art. 27 del D.L. n. 98/2011 non poneva alcuna preclusione per l’accesso al regime dei minimi in relazione all’età anagrafica.
Si limitava a stabilire che, a differenza di una precedente versione di tale regime, il periodo di imposta massimo di adozione di tale regime era quello in cui l’attività sia iniziata e per i quattro periodi di imposta successivi.
Eccezionalmente coloro che, allo scadere del quinquennio, non hanno ancora compiuto trentacinque anni, possono prolungare l’applicazione del regime fino al periodo di imposta di compimento.

Amazon Echo Show


Crea la casa intelligente con Echo Show si connette ad Alexa!
Echo Show
Audio di ottima qualità e brillante schermo HD da 10"

Richiedici preventivo

Il nostro staff è composto da commercialisti, richiedici un preventivo per la tua attività senza impegno.
Apertura partita Iva, Dichiarazione redditi, variazione dati alla CCIIA, aggiunta codice Ateco sono alcuni dei nostri servizi online.

Richiedi un preventivo

Un esempio pratico

Cerchiamo adesso di fare chiarezza sull’importanza del compimento dell’età anagrafica dei 35 anni, per tutti i contribuenti del regime dei minimi.

Per questo, analizziamo 3 casi pratici, che potranno essere utili a tutti i nostri lettori.

CASO 1: Contribuente di 49 anni che ha preso la partita Iva nel 2015 con il regime dei minimi.
E’ possibile adottare tale regime non oltre il quarto anno successivo al 2015.
Pertanto tale contribuente potrà adottare il regime dei minimi fino al periodo d’imposta 2019.

CASO 2: Contribuente di 33 anni che ha preso la partita Iva nel 2015 con il regime dei minimi.
E’ possibile adottare tale regime non oltre il quarto anno successivo al 2015 in quanto in tale anno avrà un’età anagrafico superiore a 35 anni.
Pertanto tale contribuente potrà adottare il regime dei minimi fino al periodo d’imposta 2019;

CASO 3: Contribuente di 28 anni che ha preso la partita Iva nel 2015 con il regime dei minimi.
E’ possibile adottare tale regime fino al compimento del 35 esimo anno di età.
Pertanto tale contribuente potrà adottare il regime dei minimi fino al periodo d’imposta 2022.

In sintesi

Riassumendo, essere un contribuente di età maggiore di 35 anni non precludeva fino al 2015 l’apertura di una partita Iva con il regime dei minimi.
In ogni caso però il fattore anagrafico ha precluso o precluderà la permanenza in tale regime oltre il quarto anno successivo a quello di apertura.

L’età anagrafica influenza i contribuenti del regime forfettario?

La risposta è immediata: l’età anagrafica non riveste alcuna importanza per l’accesso al regime forfettario .

Il regime forfettario è un regime naturale per tutti coloro che aprono la partita Iva ed hanno i seguenti requisiti:

  1. conseguano ricavi o compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a determinate soglie che variano a seconda del codice ATECO specifico dell’attività svolta;
  2. abbiano sostenuto spese per l’acquisizione di lavoro per importi complessivamente non superiori a 5.000,00€ lordi a titolo d, lavoro dipendente, co.co.pro., lavoro accessorio, associazione in partecipazione;
  3. abbiano sostenuto un costo complessivo, al lordo degli ammortamenti, di beni mobili strumentali al 31.12 non superiore a 20.000,00 €.

Il regime forfetario non può essere adottato dai soggetti:

  • che si avvalgono di regimi speciali ai fini Iva o di regimi forfetari ai fini della determinazione del reddito;
  • non residenti;
  • che, in via esclusiva o prevalente, effettuano cessioni di fabbricati/porzioni di fabbricato, di terreni edificabili ex art. 10, comma 1, n. 8, DPR n. 633/72 ovvero di mezzi di trasporto nuovi nei confronti di soggetti UE;
  • che, contemporaneamente all’esercizio dell’attività, partecipano a società di persone, associazioni professionali, Srl trasparenti.

Se hai la necessità di approfondire il regime forfettario con le novità sulla flat tax ti consigliamo la lettura del libro Regime forfettario e contabilità semplificata 2019 di Salvatore Giordano. 

Nel caso per la tua attività ti occupi di commercio elettronico devi leggere il libro Ecommerce marketing & vendite.
Edito da edito da Hoepli, il libro di Francesco Antonacci contiene molti strumenti e strategie per vendere online.
E' un testo ben fatto e contiene tanti spunti interessanti per promuovere e aumentare il tuo business on line.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

6 Comments

  1. Avatar sergio spampinato 11 Agosto 2017
    • Sysadmin Staff 11 Agosto 2017
  2. Avatar Maurizio 31 Dicembre 2017
    • Sysadmin Staff 3 Gennaio 2018
  3. Avatar Rosa 9 Gennaio 2018
    • Sysadmin Staff 9 Gennaio 2018

Inserisci il tuo commento

Gentile lettore, i commenti non sono consulenze, sono richieste di chiarimento sugli argomenti del post.
Sul nostro blog sono moderati, prima di essere pubblicati richiedono la nostra verifica ed approvazione. Devono essere brevi, in tema con il post e contenere una sola domanda formulata in modo chiaro. In caso contrario verranno cestinati.
Se desideri una consulenza utilizza il servizio di consulenza tramite questo link.