Regime semplificato e acconti

[Voti: 2 Media voto: 5]

regime semplificato e acconti

Un nostro lettore Francesco di Milano ci chiede maggiori informazioni in merito a regime semplificato e acconti.
Ti invitiamo a scrivere nei commenti se anche tu hai domande relative a questo argomento.
Se hai un argomento di tuo interesse richiedi la tua consulenza gratuita ai nostri esperti.

Regime semplificato e acconti

Caro staff sono Francesco T. vostro affezionato cliente da anni. Come potete immaginare i dubbi vengono sempre di domenica ed ho pensato di porvi un domanda riguardante la mia azienda tramite il vostro servizio esperto risponde.
Vengo al punto: ho sottoscritto ad ottobre 2016 un contratto per il rifacimento del tetto del capannone.
All’inizio dei lavori ho pagato un acconto pari al 10 per cento. I lavori sono iniziati nel marzo 2017 e proseguiranno fino al marzo 2018.

Vi chiedo: l’acconto versato posso considerarlo come costo nel 2016?

Francesco – Milano

Il tuo commercialista a 269€

Gestione contabilità 2019 + Dichiarazione + Conservazione digitale + Assistenza.
Regime Forfettario – Contabilità e dichiarazione 269€
Regime dei Minimi – Contabilità e dichiarazione 269€

Vuoi aprire la partita IVA?
Apri Gratis la partita Iva in regime forfettario!

La nostra risposta a Francesco

Ciao Francesco, grazie per aver formulato la domanda sul nostro servizio l’esperto risponde.
La risposta in questo caso però è purtroppo negativa. Prime di dirti i motivi ricordati che dal 1° gennaio 2017 il regime contabile semplificato è passato da criteri di competenza ad un criterio di cassa, seppur misto.

Tutto ciò significa che i tuoi fatti gestionali riguardanti il periodo d’imposta 2016 devono essere trattati alla luce del principio di competenza.
In virtù di tale principio se hai sottoscritto un contratto per una prestazione di servizi la cui ultimazione è prevista per il 2018 e pagato un acconto pari al 10 per cento del corrispettivo pattuito nel 2016, nel periodo di imposta 2016, a norma del previgente articolo 66 del TUIR, l’acconto pagato è stato fiscalmente irrilevante.

Pertanto, è da ritenere che potrai dedurre l’intero corrispettivo della prestazione ricevuta all’atto dell’ultimazione della stessa (nell’esempio nel 2018).

Quindi, anche il maxi-canone di leasing deve essere dedotto per competenza, essendo in tal caso irrilevante il momento del pagamento.

Un saluto

Lo Staff di regimeminimi.com

Se vuoi approfondire e comprendere meglio il regime forfettario ti suggeriamo di comprare questo libro. Il costo è irrisorio solo 28 € e la lettura si fa apprezzare per la chiarezza con la quale sono trattati i temi fondamentali. Giunto ormai alla quarta edizione, prende in esame il forfettario per gli autonomi, i professionisti e le piccole realtà imprenditoriali e commerciali. Il volume ha un giusto taglio operativo e grazie al supporto di esempi di calcolo e casi concreti è veramente godibile. Dai requisiti, alle le modalità di accesso ai soggetti esclusi tutto è affrontato in modo semplice e chiaro. Visto il prezzo lo consigliamo senza riserve.

Fattura elettronica

Dal primo Gennaio 2019, entra in vigore l’obbligo di fatturazione elettronica. I contribuenti in regime forfettario ed in regime dei minimi sono esonerati da tale obbligo. Se desideri maggiori informazioni leggi l’articolo regime forfettario e fattura elettronica.

Aiutaci a migliorare il servizio

Segnala eventuali errori o imprecisioni su questo articolo al nostro webmaster tramite la pagina dedicata

Regime semplificato e acconti ultima modifica: 2017-04-18T00:28:53+00:00 da Staff

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema o inserire un quesito semplice e breve, ti rispondiamo appena possibile. Per richiedere una consulenza e per risposte veloci utilizza il servizio di assistenza.